Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Viabilità: rivoluzione a San Lorenzo

entro il 2011 abbattuti i viadotti della tangenziale

San lorenzo, Campidoglio e Ferrovie dello Stato firmano un protocollo che li impegna alla riqualificazione dell’area, con interventi strutturali sulla mobilita’ su ferro e su strada.

Uno degli obiettivi da raggiungere e’, entro il 2011, l’abbattimento dei viadotti della tangenziale est allo scalo san lorenzo, via Prenestina e viale Castrense. Ma all’eliminazione di un tratto di tangnziale dovra’ corrispendere la creazione di altre arterie: una dovra’ collegare san Lorenzo a viale Castrense, un’altra la Casilina alla Prenestina. Un intervento fondametale sara’ un nuovo tracciato – una circonvallazione interna - che colleghi il tratto urbano della A24 con il sottopasso dell’Appia Antica, tagliano longitudinalmente i quartieri a est.

Il vallo ferroviario di san lorenzo/castro pretorio, che attualmente spezza i quartieri, dovra’ essere coperto. Andra’ progettato un nuovo nodo di scambio tra la stazione ferrovairia del Pigneto, la nuova linea della meropolitana e quella del tram, un altro nodo di scambio dovra’ essere individuato per collegare la Tuscolana a Pontelungo. Da potenziare le stazione di Casilina, Tiburtina e Tuscolana. Da creare quella di piazza Zama.

I tempi sono molto lunghi. Da oggi formalmente nasce un gruppo di lavoro mistao che dovra’ individuare e progettare nello specifico gli interventi. Filo conduttore, ancora una volta, la mobilita’ su ferro, in ambito urbano l’unica capace di poter risolvere il traffico cronico di Roma, e l’inquinamento sempre piu’ preoccupante. Alla firma del protocollo il sindaco Veltroni, gli assessori Morassut, Calamante  D’alessandro. Per ferrovie dello stato l’amministratore delegato Moretti. Per rete ferroviaria italiana l’a.d. Elia.

[22-01-2007]

 
Lascia il tuo commento