Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Forte Bravetta

dopo 60 anni riapre parco dedicato ai ''martiri''

Abbandonato all'incuria per oltre 60 anni, è stato riconsegnato oggi alla cittadinanza il parco di Forte Bravetta: ad inaugurare il luogo che a Roma fu teatro delle esecuzioni delle pene capitali nel periodo fascista, il sindaco di Roma Gianni Alemanno che nel corso di una cerimonia ha scoperto la nuova targa che intitola il parco "ai martiri di Forte Bravetta".

Presenti gli assessori capitolini alla Cultura e all'Ambiente, Umberto Croppi e Fabio De Lillo, il presidente dell'Anpi Massimo Rendina, il presidente dell'Anfim Rosetta Stame, il delegato del sindaco alla Memoria Claudio Procaccia, il presidente dell'XVI municipio Fabio Bellini ed alte autorita' delle forze dell'ordine. Nel corso della cerimonia, che si e' aperta con la deposizione di una corona d'alloro all'ingresso del Forte Bravetta, è stato piantato un albero di ulivo donato dal KKl, Fondo Nazionale Ebraico, proveniente da Gerusalemme. Presenti anche il presidente del Consiglio comunale, Marco Pomarici ed il presidente del Consiglio provinciale, Pina Maturani. Affianco al primo cittadino della capitale Eugenia Latini, figlia di Augusto, uno dei 77 martiri del Forte Bravetta.

"Questo è il luogo migliore per gettarsi alle spalle l'orrendo rito della pena di morte che qui a Forte Bravetta è stato consumato nel periodo fascista nella nostra citta'". ha commentato il sindaco di Roma Gianni Alemanno. 

NOTIZIE STORICHE SU FORTE BRAVETTA

[09-09-2009]

 
Lascia il tuo commento