Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

L'asinello Rossi diventa un purosangue imprendibile

Il Dottore vince nettamente a Misano. 125 e 250 amare per gli italiani.

L'asinello di Shrek disegnato sul casco, autoironico rimprovero per la caduta di Indy, porta decisamente bene a Valentino Rossi che si aggiudica in modo convincente il GP di San Marino e si porta a +30 in classifica sul compagno-rivale Lorenzo, a cui stavolta non concede nemmeno la possibilità di avvicinarsi al suo posteriore.

La vittoria del pesarese non è mai stata in discussione, nonostante il timido allungo iniziale di Pedrosa, poi giunto terzo dietro le due Yamaha. Buona la gara degli altri italiani, con Dovizioso quarto, Capirossi quinto e Melandri ottavo.

Il nostro tricolore invece non è baciato dalla buona sorte nelle altre due classi. In 125 Andrea Iannone rovina una splendida performance e un secondo posto sicuro, con una manovra azzardata all'ultima curva che butta fuori pista anche l'incolpevole Espargaro. Deprecabile (e solo in parte giustificabile per la tensione) pure lo sfogo del centauro abruzzese dopo l'incidente. A sorridere così è Julian Simon, che vince e ipoteca un titolo francamente quasi mai in discussione. Settimo Simone Corsi.

Nella 250 dice addio ai sogni di gloria Marco Simoncelli, che scivola rovinosamente dopo pochi giri e vede Aoyama (oggi quarto) prendere il largo nel Mondiale. Un plauso va invece a Mattia Pasini, che lotta come un leone e cede solo in volata nel finale a Barbera.

Giu.Cil.

[06-09-2009]

 
Lascia il tuo commento