Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

SanitÓ: Contro il Ticket sit in davanti Regione

5 mila manifestanti arrivano da tutto il Lazio

Ogni cittadino del lazio, compresi i bambini, ha un debito sanitario di oltre 1500 euro. Una imposizione fiscale superiore a quella degli altri cittadini italiani con gli aumenti dell’addizionale irpef e i ticket sui farmaci e sul pronto soccorso.

Un deficit pesante e una situazione strutturale da affrontare subito, per questo i sindacati chiedono una sanità pubblica piu’ forte e una migliore qualità del lavoro per i dipendenti: stamattina Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio hanno organizzato una manifestazione davanti alla sede della giunta regionale in via Cristoforo Colombo, per chiedere alla giunta una riprogettazione dell’intero sistema sanitario.

Nell’agenda dei sindacati confederali c’è soprattutto il no alla reintroduzione dei ticket e lo sblocco delle assunzioni.
Occhi puntati anche sul policlinico Umberto I per il quale i sindacati attendono un confronto con l’amministrazione per concretizzare il piano di ristrutturazione.

La cura per la sanità laziale, secondo i sindacati, passa anche attraverso la reinternalizzazione dei servizi, tagli dei posti letto più sul privato che sul pubblico e il potenziamento dell’assistenza domiciliare integrata. Al termine della manifestazione i segretari generali di Cgil Cisl e Uil sono stati ricevuti dal presidente della regione Marrazzo il quale ha annunciato l’apertura di tre tavoli di confronto: uno sulla questione del ticket, l'altro sul personale della sanità,il terzo sul riordino dei servizi per l'interazione socio-sanitaria.

 

[20-01-2007]

 
Lascia il tuo commento