Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Stupro di ferragosto a Tor San Lorenzo

si aspetta il test del dna

Sono stati ancora spostati gli interrogatori dei presunti stupratori e si aspettano gli esiti dell´esame del dna. Fino a che la polizia scientifica non avrà analizzato i reperti biologici della ragazza e confrontato il tutto con i prelievi genetici fatti sui tre accusati, la Procura di Velletri prende tempo. I ragazzi prima di domani non verranno sentiti, anche perché non ci sono limiti di tempo da rispettare visto che i presunti aggressori, anche se indagati, sono in stato di libertà.

Intanto la squadra mobile capitolina ha momentaneamente sospeso le indagini nell´attesa degli esiti genetici anche perché il pm, Giuseppe Patrone ha ritenuto sufficienti le prove e le testimonianze raccolte dalla polizia nelle ore immediatamente successive alla denuncia della violenza.

Ancora una volta, la verità è legata al test del dna, prova regina nei casi di stupro. Il rapporto sessuale è già stato accertato, ma se il confronto dovesse indicare una compatibilità con quello dei due fratelli, la storia assumerebbe i toni del giallo: due gemelli hanno infatti patrimoni genetici molto simili. La polizia scientifica dovrà ricorrere a test molto approfonditi che, però, si complicheranno particolarmente se, come hanno detto i loro amici di sempre sulla spiaggia di Tor San Lorenzo, i ragazzi sono monozigoti.

LA VIOLENZA: la ragazza romana di 17enne è stata violentata la notte di ferragosto da tre ragazzi appena maggiorenni sulla spiaggia di Tor San Lorenzo, frazione di Ardea, sul litorale a sud di Roma. La giovane ha denunciato il fatto alla polizia La violenza è avvenuta in occasione di una festa con falo’ per festeggiare il Ferragosto durante la quale si era consumato molto alcol.

LE ACCUSE: sono due fratelli gemelli di 20 anni e un loro amico di 18 i giovani accusati di violenza sessuale durante una festa di Ferragosto sulla spiaggia di Lido di Tirrenella, a Tor San Lorenzo. È la stessa vittima, la 17enne romana, a indicare i tre come autori dello stupro. All'alba oltre alla 17enne e ai presunti violentatori, sono state sentite circa 30 persone fra i partecipanti alla festa notturna sulla spiaggia.

[19-08-2009]

 
Lascia il tuo commento