Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidente via Cassia

salgono a due le vittime

la golf che ha travolto le persone alla fermata del bus

E' morta una delle donne ferite venerdì scorso nell'incidente sulla via Cassia, quando un'auto ha investito un gruppo di persone alla fermata del bus, uccidendo un'altra persona, Carmelita Olpindo Tijada.

La donna filippina di 50 anni è morta al Policlinico Gemelli, dove era ricoverata per gravi ferite riportate nell'incidente.

L'uomo alla guida dell'auto che ha provocato l'incidente ha perso il controllo della sua autovettura investendo in pieno alcune persone alla fermata dell'autobus, all'altezza del numero civico 1822 provocando la morte delle due donne filippine e il ferimento di una donna romena che, secondo le testimonianze, sarebbe incinta. Alla fermata c'erano tanti stranieri, una decina, hanno riferito alcuni testimoni, che aspettavano di andare al lavoro.

Sembrerebbe che l'incidente sia stato causato da una Golf che, dopo aver effettuato un sorpasso al termine di un tratto in curva di via Cassia in direzione Roma, ha tamponato una Micra che stava svoltando a bassa velocità per entrare nel piazzale antistante ad un supermercato. In seguito all'urto la Golf è carambolata impattando circa 200 metri dopo contro la palina di una fermata dell'autobus 201, travolgendo parte delle persone che stavano attendendo il suo passaggio. La donna filippina è stata sbalzata pochi metri oltre, finendo su dei pali che delimitano dei posti auto.

I conducenti di entrambe le vetture, un ragazzo sulla trentina alla guida della Golf ed una ragazza di circa 25 anni al volante della Micra, sono invece usciti illesi dall'impatto. La ragazza, al momento dell'incidente, stava svoltando sulla sinistra per accedere al parcheggio del supermercato in cui lavora, nel quale doveva prendere servizio pochi minuti dopo. 

 

 

 
 

[20-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE