Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Blitz antiprostituzione della polizia

86 persone fermate, 5 rimpatriate

La lunga notte del blitz della polizia contro il fenomeno della prostituzione comincia da piazza della repubblica, la zona di termini è uno dei luoghi più frequentati dai ragazzi romeni che di notte si “vendono” tra piazza Esedra e il Mcdonald’s, gli agenti ne fermano 13, sono soprattutto romeni, tra di loro ci sono anche dei tunisini, vengono perquisiti e identificati.

I ragazzi vengono portati in questura; la polizia verifica chi di loro ha precedenti penali per reati “predatori”; come rapine o furti e in ottemperanza al decreto anche se sono comunitari possono essere rimpiatriati.

La lunga notte degli agenti di polizia dell’ufficio prevenzione generale della questura e divisione immigrazione
Coordinati dal dot. Raffaele clemente, continua su via salaria, qui la polizia identifica 25 prostitute.

Si arriva con gli abbaglianti spenti oppure in borghese, le ragazze, tutte giovanissime, non oppongono quasi mai resistenza.

Ma all’altezza del civico 800 una giovane prova a scappare e rischia di essere investita attraversando la via Salaria. Tra la polizia c’e’ sempre un’agente donna che parla con le ragazze fermate, le aiuta a rivestirsi o risponde alle loro domande.  

In tutto sulla via salaria, una delle strade piu’ interessate dal fenomeno della prostituzione, ne vengono fermate ed identificate 25, 8 ragazze e i loro clienti vengono anche multati in ottemperanza al decreto antiprostituzione.
Da via salaria a ponte Mammolo, le volanti, sempre con le sirene spente seguendo le indicazioni delle vedette si spostano nella zona di Palmiro Togliatti, e poi su via longoni dove ne fermano 8, 12 sulla via Tiburtina. Altre 15 ragazze vengono identificate e portate in questura nella zona di Marconi.

Alla fine il bilancio del blitz della polizia e’ di 86 persone fermate, 72 di nazionalita’ romena, 8 brasiliani ed altri 6 di varie nazionalità.

Il lavoro della polizia e’ un continuo monitoraggio, all’ennesimo controllo e dopo aver accertato che le ragazze si prostituiscono regolarmente, gli agenti fanno rapporto al questore che invia al prefetto una proposta di allontanamento a lasciare il territorio italiano. Delle 86 persone fermate 26 erano già interessate da un provvedimento di allontanamento per motivi di pubblica sicurezza, 5 sono state portate al centro di identificazione ed espulsione di ponte galeria da dove poi sono state rimpatriate con un aero diretto a Bucarest.

[17-07-2009]

 
Lascia il tuo commento