Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

VirtualBox: perchè avere un solo sistema operativo?

VirtualBox 3.0 è un ottimo software per la virtualizzazione di più sistemi operativi  sullo stesso pc. Prendendo come riferimento il nostro O.S primario sarà possibile virtualizzare tutto l'hardware presente e renderlo disponibile per l'uso di altri O.S .
Semplicità d'uso: VirtualBox si installa pochi minuti , la configurazione e l’amministrazione delle macchine virtuali sarà un gioco da ragazzi.
Gli usi che ne derivano dalla realizzazione di macchine virtuali sono svariati: sarà possibile installare una versione di linux, una vecchia versione di windows perché abbiamo la necessità di utilizzare un determinato  software.
Ogni macchina virtuale apparirà agli occhi dell’utente come un pc fisico, del tutto identico a quello reale. Sarà possibile personalizzarlo ed impostare, ad esempio, il quantitativo di RAM da utilizzare, le periferiche in uso, dischi rigidi e cosi via. E’ bene precisare che i due o più sistemi, quello Host(principale) e quello Guest (virtuale) non interferiranno minimamente fra loro. La modifica o l’installazione di un programma applicativo sarà indipendente e non coinvolgerà l’altra “macchina”.
Ovviamente per utilizzare una o più macchine virtuali dovremmo assicurarci di avere un buon quantitativo di memoria RAM,   un hard disk dedicato o  sufficiente spazio libero sull’hard disk principale .

VirtualBox è stato realizzato in  due versioni, entrambe gratuite. La prima è quella più completa e senza alcun tipo di limitazione , può essere utilizzata sia per scopi personali che per scopi aziendali.  Nella seconda, opensource,  manca il  supporto per le periferiche USB  ed una procedura d'installazione assistita.
Tra le novità introdotte in questa nuova versione 3.0  troviamo il supporto  OpenGL 2.0, librerie alle quali attingono le applicazioni che fanno uso di funzionalità 2D evolute e 3D in ambiente Linux. Troviamo il supporto per le Direct3D 8 e 9, impiegate in Windows. Presupponendo  di avere un ottimo hardware sarà quindi   possibile eseguire programmi che fanno uso di grafica 3D anche all'interno delle macchine virtuali. Per scaricare una delle due versioni clicca qui .

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it

Stefano Soriano

[16-07-2009]

 
Lascia il tuo commento