Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Si aggrava la posizione di Bianchini

altre due donne aggredite lo riconoscono

Continuano a emergere nuovi elementi a carico di Luca Bianchini, l’uomo accusato di essere l'autore delle violenze sessuali avvenute a Roma negli ultimi mesi. 

Altre due donne, oggetto di tentativi di stupro, avrebbero riconosciuto il trentatreenne dalle foto pubblicate sui giornali dopo l'arresto. In entrambe i casi, le giovani avrebbero urlato e reagito all'aggressione mettendo in fuga il maniaco. Allo stato attuale, restano quindi tre le vittime degli stupri che l’accusa attribuisce a Luca Bianchini.

Intanto, oltre al materiale requisito nella sua abitazione, si cercano altre prove a suo carico. Dopo gli stupri il maniaco rubava gli slip alle proprie vittime. Indumenti ancora non ritrovati dagli inquirenti, che suppongono essere custoditi in qualche luogo a lui riconducibile.

Intanto, il sindaco Alemanno ha dichiarato che il Comune di Roma ha dato mandato per costituirsi parte civile “in sostegno alle vittime e per continuare l'impegno contro la violenza sessuale.  Un impegno – ha concluso il primo cittadino – che abbiamo intrapreso ormai da tempo contro tutte le sue forme, da quella domestica fino a quella compiuta da personaggi deviati come questo stupratore seriale”.

 
 

[14-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE