Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Presi i pirati della strada di Vitinia

fugirono dopo l'incidente

Per Angel Del Jesus De Los Santos, domenicano di 24 anni, non c’è stata possibilità di fuga: è stato arrestato per omicidio colposo, omissione di soccorso e falsa testimonianza.

Mercoledì mattina era lui infatti alla guida della Fiat 600 che ha provocato la morte di Alessandro Frisoni , 23 anni, sulla via Ostiense all'altezza di Vitinia anche se agli agenti ha dichiarato di essere l’altro, il passeggero. Preso anche il complice nella fuga subito dopo il drammatico incidente, José Eiel Serrano Yepez, venezuelano di 23 anni, in stato di fermo per gli stessi reati in concorso.

I due sono stati arrestati dagli agenti in via Giolitti. Il primo, intenzionato a costituirsi, mezz'ora prima aveva promesso ai poliziotti di aiutarli ad acciuffare l'omicida.

Fondamentale il racconto dei testimoni oculari: "Al volante c'era un giovane scuro di carnagione con le treccine". Insomma, dopo uno scaricabarile fra i due stranieri, vengono chiarite le rispettive responsabilità. Le indagini dei militari di Ostia, del resto, da oltre 24 ore avevano identificato i pirati della strada. L'utilitaria, intestata a un ignaro 30enne di Aprilia, era stata venduta tre mesi fa da un rom di Ciampino mentre il contratto assicurativo era stipulato a un "prestanome", un bosniaco di 50 anni del "Casilino 900", irreperibile. Perquisizioni e interrogatori nei due campi nomadi convincono gli occupanti a far uscire allo scoperto il domenicano. "Non vogliamo guai - gli avrebbe detto il vecchio intestatario della 600 - presentati ai carabinieri o lo faremo noi".

[13-07-2009]

 
Lascia il tuo commento