Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
liberamente
 
» Prima Pagina » liberamente
 
 

Ancora si usa cercare una fidanzata?

Parlando di donne e di relazioni, una mattina un mio collega mi ha fatto una domanda elementare che mi ha fatto riflettere: “come si fa a trovare una fidanzata?”
Oltre a chiedermi a quale problema potesse avere a trovare una fidanzata un ragazzo intelligente, simpatico e di bella presenza, mi sono chiesta: ma ancora si usa “cercare” la fidanzata?

Credevo che al giorno d’oggi, con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione, con la libertà che viviamo, con la sessualità che si trova un po’ ovunque, questo fosse l’ultimo dei problemi dei ragazzi di questa nuova generazione.

Forse ci siamo emancipati solo in apparenza o parzialmente, e poi in fondo in fondo restiamo molto tradizionalisti per quanto riguarda l’amore.
Perché riusciamo a conoscere ragazzi e ragazze su internet e andiamo agli appuntamenti al buio se vogliamo divertirci, ma se dobbiamo cercare una “fidanzata” non sappiamo come fare? 
Spesso sento di ragazzi che si “frequentano” con ragazze conosciute in chat, che vanno a cena fuori, si vedono per un drink, un aperitivo o per una passeggiata con altri amici. Fanno sesso insieme ma queste ragazze non hanno la minima chance di diventare le loro fidanzate.

Senza rendercene conto, viviamo prigionieri dei nostri schemi tradizionali:  siamo vittime delle nostre idee e dei nostri pensieri e di giudizi e ci danniamo a cercare la persona giusta per noi. 

Perché non prendere in considerazione nostre conoscenti che sono in panchina da una vita?
La nostra amica più intima, la nostra vicina di casa, la collega, l’amica di nostra sorella. Solitamente anche i posti religiosi possono essere luoghi dove trovare ragazze perbene, ma stranamente non li prendiamo più in considerazione.
 
Cerchiamo l’impossibile per avere uno stimolo e lottiamo contro finti ostacoli per convincerci che la persona giusta per noi non esiste o non la troviamo.
Non dobbiamo farci influenzare dalla prima conoscenza. Tutto si evolve e tutto si trasforma.

Forse abbiamo la cattiva abitudine di pensare che anche per incontrare la persona giusta ci deve essere un momento perfetto, una situazione surreale, un’atmosfera indimenticabile. Oltre ad essere legati alla troppa complessità degli eventi, cerchiamo amori esteticamente perfetti perdendo così di vista i contenuti e i valori che sono racchiusi dentro di loro.
Questo può spiegare perché la ricerca di una fidanzata diventa un’impresa così difficile e molte volte senza speranze.

Sinteticamente credo che dobbiamo allargare i nostri orizzonti, uscire fuori dagli schemi e cambiare modo d’essere.
Se vogliamo essere dei tradizionalisti latin lover va benissimo, ma a quel punto cerchiamo la profondità delle persone e non fermiamoci alle apparenze. Questo renderà la ricerca meno complessa e più soddisfacente.
 
scrivete a: alessandrascortichini@yahoo.it    
 

[12-07-2009]

 
Lascia il tuo commento