Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Guerriglia per il vertice del G8

tensione e scontri a Testaccio, 10 arresti

Proteste e manifestazioni in centro: i no global usano una tecnica da guerriglia urbana per bloccare la Capitale alla vigilia del G8 dell'Aquila. A ventiquattro ore dall'inizio del summit, la città è blindata per i primi arrivi dei leader mondiali e per le manifestazioni di protesta annunciate.

Circa 15 mila gli uomini messi in campo tra militari e forze dell'ordine. In mattinata ci sono stati scontri violenti e arresti a Testaccio, quartiere a ridosso dell'Università di Roma Tre, dove sono entrati in azione anche i black block. Per questi disordini, la polizia ha fermato 36 manifestanti.

Tra loro anche 9 stranieri di cui 4 svedesi, 2 tedeschi, uno svizzero, un francese e un polacco. Sequestrate mazze, bastoni e candelotti. Per 10 persone, il fermo si è tramutato in arresto: dovranno rispondere degli incendi a pneumatici e cassonetti, del possesso di oggetti "atti a offendere" oltre che del reato di blocco stradale. 

I primi blitz sono avvenuti in alcune parti della città dalla Tangenziale a piazzale Ostiense. I maggiori disordini, comunque, sono arrivati da un corteo non autorizzato della Rete No G8 partito da San Giovanni: i 150 dimostranti - molti dei quali vestiti interamente di nero con bandiere nere con sopra una "V" viola - si sono diretti verso l'università Roma Tre e poi verso il Lungotevere dove poi si sono sparpagliati in piccoli gruppi. I manifestanti hanno rovesciato cassonetti e alcuni portavano un carrello della spesa pieno di sassi e bottiglie di birra che sono stati lanciati contro la polizia.

Problemi anche in via Cilicia, vicino all'Appia Antica, dove sono stati incendiati tre copertoni messi in mezzo alla strada. L'azione dimostrativa è stata compiuta da circa 150 manifestanti, alcuni vestiti di nero, altri con caschi da motociclista

Per l'intera giornata sono attesi blitz no global in tutta la città. Un blocco di protesta contro il G8 è stato effettuato presso lo svincolo dell'A24 sulla Tangenziale Est nei pressi del cimitero del Verano da un gruppo di circa 50 no global.

Protesta simbolica e invece del tutto pacifica a piazza del Popolo organizzata dalla Coalizione italiana contro la povertà che raggruppa oltre 70 associazioni. Con gonfiabili alti oltre due metri che raffiguravano i capi di stato del G8, i manifestanti hanno chiesto il rispetto degli impegni presi in tema di lotta alla povertà dai Grandi riuniti all'Aquila. Un 'blitz' durato qualche minuto con piccole piscine gonfiabili lanciate in aria o una contro l'altra. Sul fondo delle piscine la caricatura del primo ministro Berlusconi «sotto torchio» o la foto-caricatura di gruppo dei grandi della terra riuniti insieme. Una manifestazione alla quale hanno partecipato una trentina di attivisti per ricordare ai capi di governo come «la guerra più importante da combattere e da vincere è quella contro la povertà».

 
TAG: G8
 

[07-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Protesta pacifica a piazza del Popolo"
 
 
  CORRELATE