Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indigini sullo stupratore seriale

proposta una taglia di 50 mila euro

Una taglia di 50mila euro per chi consente di identificare lo stupratore seriale a cui tutta Roma sta dando la caccia: un premio per i cittadini che forniscono informazioni essenziali e decisive per smascherare l’uomo che con il volto coperto da un passamontagna e armato di taglierino avrebbe violentato tre donne nel giro di tre mesi e tentato di stuprarne almeno altre quattro.

La proposta arriva dall’ex senatrice Maria Burani Procaccini, già presidente della Commissione bicamerale infanzia.
Segnalazioni e dettagli potrebbero essere assai utili per gli inquirenti che hanno tra le mani un complesso rompicapo da risolvere.

Dopo la denuncia della studentessa ventunenne che lo scorso giovedì è stata aggredita nel garage della sua abitazione di via Sommer nella zona di Tor Carbone, scatta la caccia all’uomo e arriva poi la conferma che fa tremare: l’esame sulle tracce del Dna rivela che il profilo genetico del maniaco è lo stesso dell’uomo che violò una giornalista di 34 anni lo scorso 5 giugno alla Bufalotta, anche in quel caso in un garage condominiale.

Man mano si aggiungono altri dettagli e spuntano casi rimasti nell’ombra, scritti solo sul brogliaccio della questura.
E facendo i conti, si scopre che solo nella zona tra Tor Carbone e via di Grotta Perfetta si sono consumati due stupri e quattro tentate violenze, stando almeno ai casi che le vittime hanno avuto il coraggio di denunciare.
Oltre alle tracce lasciate durante lo squallido rituale, al vaglio delle forze dell’ordine i vaghi ricordi delle donne che hanno tracciato un identikit e il modus operandi sempre uguale: il “signor box” ha sempre a portata di mano del nastro adesivo per legare i polsi e cucire la bocca, con uno spiccato accento romano scandisce ordini precisi e pressoché identici, e poi agisce sempre nelle vicinanze del Grande Raccordo Anulare per garantirsi una via di fuga.

 
 

[07-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE