Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Stupro a Tor Carbone: il dna conferma

è lo stesso uomo della violenza della Bufalotta

L'analisi del Dna del violentatore che giovedì notte ha stuprato una giovane studentessa romana nel quartiere di Tor Carbone, all'Ardeatino è al vaglio degli inquirenti. La polizia vuole mantere prudenza anche se il dna conferma che si tratta dello stesso stupratore della violenza avvenuta a giugno alla Bufalotta. L'uomo che ha violentato a Tor Carbone, incappucciato e armato di coltello potrebbe anche esser stato autore di altre violenze o tentati stupri.

Rimane la similitudine del modus operandi dello stupro della giornalista alla Bufalotta un mese fa e quello della studentessa universitaria di giovedì scorso all'Ardeatino: entrambe aggredite dopo avere parcheggiato nel box auto, minacciate con un coltello da un uomo con un passamontagna e dall'accento romano, immobilizzate con lo scotch, messo anche sulla bocca per non farle urlare, e poi abusate. Nessuna delle due era stata picchiata o rapinata.

"C'è stato un tentativo di violenza nei pressi di via Combi da parte di un uomo con un passamontagna nero nei confronti di una poliziotta, che in quel momento non era in divisa". A riferirlo sono alcuni residenti del quartiere romano di Tor Carbone, a poche centinaia di metri di distanza dal luogo dello stupro della studentessa universitaria nel quartiere Ardeatino. "Ho sentito dire che la donna aggredita in questa strada è una poliziotta - ha riferito un residente di via Combi - ma lei, forse anche per il mestiere che fa, ha reagito e l'uomo con il passamontagna è scappato". In molti, nel quartiere, non vogliono parlare di questa storia "per non accrescere la paura che già si sta diffondendo. Adesso la nostra tranquillità è stata turbata".

 
 

[05-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "il luogo dello stupro"
 
 
  CORRELATE