Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Scoperta l'icona pił antica di S.Paolo

dipinto del IV secolo ritrae l'apostolo San Paolo

La notizia, dicono in Vaticano, la si sapeva già da tempo: ma era il Papa, alla vigilia della festa dei santi patroni di Roma, a doverla dare.

Benedetto XVI era commosso all'annuncio della storica conferma: nel sarcofago custodito all'interno della chiesa ci sarebbero effettivamente i resti del primo missionario di Gesù tra i greci e i romani che, però, pur riservandogli una morte per i tempi dignitosa, lo decapitarono per ordine di Nerone nel '67 d.C. rendendolo uno tra i principali martiri della chiesa cattolica.

La rivelazione di papa Ratzinger conferma dunque la tradizione che da sempre vuole che la seconda Basilica di Roma poggi sul sepolcro dell'apostolo, la cui esecuzione avvenne a circa tre chilometri di distanza, ossia dove sorge l'abbazia delle tre fontane. Le reliquie all'interno del sarcofago, rimasto chiuso per diversi secoli, sarebbero cosparse di grani d'incenso e avvolte in un panno di porpora laminato in oro e in tessuto di lino azzurro: gli esperti che hanno condotto la ricerca hanno potuto esplorarne l'interno grazie ad un foro grazie al quale è stato possibile inserire una sonda. La tecnica utilizzata è quella che comunemente viene indicata come esame del carbonio 14, lo stesso utilizzato 20 anni fa per la sindone e che un paio d'anni fa permise di datare i presunti abiti di san Francesco.

Ovviamente la notizia ha suscitato molta emozione nel mondo cattolico e stimolato una visita in più nella basilica del santo che, dopo aver ricevuto la visita del santo padre ieri in occasione della chiusura dell'anno paolino, vede oggi, già dalle prime ore della mattina, numerosi gruppi di pellegrini.

[30-06-2009]

 
Lascia il tuo commento