Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ryanair sulla questione Ciampino

''Non c'č nessun problema di inquinamento''

“Nessun problema di inquinamento, nessun problema di rumore”: senza mezzi termini il numero uno della Ryanair Michael O’Leary definisce “falso e scorretto” il rapporto Cristal, commissionato dalla Regione Lazio, sull’inquinamento acustico nella zona dell’aeroporto di Ciampino; snocciola risultati diversi ottenuti dall’analisi svolta da un comitato tecnico indipendente diretto dall’Enac e conferma la minaccia: “senza Ciampino ce ne andiamo”.

Secondo la più grande compagnia a basse tariffe d’Europa con 39 rotte in Italia, un indotto di 3.400 posto di lavoro solo su Roma, i livelli di inquinamento dell’aria nella cittadina alle porte di Roma sarebbero “normali” e comunque dipendenti dal traffico automobilistico e non da quello aereo; e il rumore pressoché inesistente, visto che solo 100 case risentirebbero del suono poco più alto della norma dovuto agli aeromobili che volano sopra i loro tetti.

Insomma non c’è di che preoccuparsi, anzi, sarebbe stata addirittura inutile la restrizione dei voli del 30% che non avrebbe prodotto alcun effetto positivo.

“Il rapporto Cristal è stato redatto misurando il rumore delle strade e non quello delle piste dunque contiene dati non attendibili” ha detto O’Leary che ha poi sottolineato come il documento Ryanair sarebbe stato bloccato dal sindaco di Ciampino Perandini per impedirne la pubblicazione.

E dopo i dati la minaccia: se si cancella Ciampino per i voli low cost, Ryanair lascia Roma; O’Leary non ha dubbi: Fiumicino è troppo caro, Viterbo troppo lontano, l’ipotesi di delocalizzazione è scusa.

Scelta che avrebbe pesanti ripercussioni economiche sulla nostra città, se si tiene conto che la compagnia irlandese collega la capitale ad altre 25 destinazioni  italiane ed europee e che il suo bacino d’utenza per il 2009 è stimato in 67 milioni di passeggeri.

 
 

[22-06-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE