Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Al via la XXIX edizione del Fantafestival

il ritorno del pipistrello: dal 23 al 28 giugno

di Giuseppe Duca

Dopo alcuni anni di esilio forzato, il simbolo per eccellenza del cinema fantasy ritorna con le sue inconfondibili ali di celluloide a volare sulla Città Eterna, più precisamente dal 23 al 28 giugno. La XXIX edizione della Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico si svolgerà come sempre sotto l’attenta direzione di Adriano Pintaldi e Alberto Ravaglioli, che per l’occasione hanno preparato una serie di sorprese per gli innumerevoli appassionati di questa storica manifestazione, che di fatto apre ufficialmente l’Estate Romana.

Promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dall’Assessorato alle Politiche Culturale del Comune di Roma e dalla Regione Lazio, il Fantafestival si svolgerà tra il Palazzo delle Esposizioni, il cinema Embassy e il cinema Trevi in collaborazione con il Centro Sperimentale - Cineteca Nazionale dove sarà presentata una retrospettiva dedicata al Maestro degli effetti speciali Carlo Rambaldi.

L’evento speciale che caratterizza questa edizione è la presentazione nella capitale, dopo quella avvenuta a Los Angeles presso la sede dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences (con cui il Fantefestival collabora da anni) del mitico film “The thief of Bagdad” diretto nel 1924 da Raoul Walsh e interpretato, sceneggiato e prodotto da Douglas Fairbanks. “Il ladro di Bagdad” rappresenta, nella storia della cinematografia dello scorso secolo, l’archetipo del kolossal americano realizzato grazie ad un enorme budget, l’impegno personale di Douglas Fairbanks ed un dispiego di trucchi ed effetti speciali che pongono questo capolavoro assoluto tra i migliori film fantasy mai realizzati.

Diverse le anteprime in programma, fra cui spicca “Outlander - L’ultimo vichingo” di Howard McCain, film spettacolare ricco di effetti speciali che narra di un’astronave che precipita dal cielo sulle coste scandinave nel 709 d.C nel pieno delle guerre tra Vichinghi, “12 Rounds” di Renny Harlin, in cui il detective Danny Fisher deve fronteggiare un terrorista internazionale che ha rapito la sua fidanzata e lo costringe a prender parte ad un gioco mortale diviso in dodici riprese, “Color of the dark” di Ivan Zuccon tratto da “The colour out of space” di H.P. Lovecraft e “Sinner”, pellicola italiana diretta da Alessandro Perrella (vincitore  del Meliès d’Argent 2007 con “Hells fever”) con Robert Englund, l’attore cult in tutto il mondo per il personaggio di Freddy Kruger. 

[20-06-2009]

 
Lascia il tuo commento