Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Terrorismo: sei arresti

blitz degli uomini della Digos

Quindici persone sono indagate nell'ambito dell'inchiesta della procura su presunti terroristi che avrebbero progettato di costituire un nuovo nucleo erede delle Brigate Rosse

A questi soggetti è contestato il concorso in banda armata. Gli uomini della Digos romana hanno effettuato un blitz in diverse città italiane, tra cui Roma, concluso nel pomeriggio e che ha portato all'arresto di sei persone. due delle quali a Roma. Tra gli arresti un uomo di 57 anni, detto "il corniciaio" proprietario di un negozio di cornici, arrestato a Roma e considerato il capo del gruppo.

I reati contestati, a seconda delle posizioni, sono di associazione per delinquere finalizzata al terrorismo, banda armata e detenzione di armi.

Tra gli arresti anche Luigi Fallico e Bruno Bellomonte, arrestati oggi dalla Digos con l’accusa di aver voluto creare un movimento eversivo sull’onda delle vecchie Brigate Rosse, stavano lavorando da mesi per preparare un attentato alla Maddalena in vista del G8, poi, trasferito a L’Aquila il prossimo luglio, dopo il terremoto in Abruzzo dell’aprile scorso. Nell’ordinanza di custodia cautelare del gip Maurizio Caivano, sono riportati lunghi stralci di una conversazione del 16 dicembre 2008 in cui i due buttano giù qualche idea su come preparare l’iniziativa. Dagli accertamenti è emerso che Luigi Fallico avrebbe contattato numerosi esponenti, alcuni dei quali già coinvolti come fiancheggiatori delle nuove Brigate rosse, nel suo progetto di ripristino della lotta armata.

Tra i fiancheggiatori contattati, anche uno coinvolto nelle indagini sull'omicidio del giuslavorista Massimo D'Antona, ucciso in via Salaria il 20 maggio 1999.

[11-06-2009]

 
Lascia il tuo commento