Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Appalto vigilanza campi nomadi

gara bloccata dal Tar

un campo nomadi

Si blocca l’appalto di vigilanza per sette campi nomadi della capitale che avrebbe dovuto arginare l’emergenza rom, garantendo una maggiore sicurezza. La gara a trattativa privata indetta dal Commissario governativo, il prefetto Giuseppe Pecoraro, per l’appalto da 13 milioni di euro in tre anni, è stata boccata dalla prima sezione del Tar del Lazio.

Lo stop è arrivato dopo il ricorso presentato lo scorso 21 maggio dalla Securitas Metronotte, la società da quasi tremila addetti di Raffaele Zanà, che non ha ricevuto l’invito a partecipare alla trattativa per l’affidamento dei servizi di vigilanza armata, portierato e videosorveglianza.

La sentenza del Tar boccia la procedura utilizzata dal Commissario perché non ha applicato correttamente i poteri di deroga alle disposizioni in materia di aggiudicazione di appalti pubblici e perché sussiste  un evidente “periculum in mora”, atteso l’avanzato stato di espletamento della procedura negoziata. Così si legge sulle carte.

La sospensiva si tradurrà inevitabilmente in un rallentamento dell’operazione sicurezza, il piano doveva essere varato all’inizio di giugno, ora slitterà di qualche mese. La prima udienza è prevista per il 15 luglio, fino alla sentenza le buste dovranno rimanere chiuse.

[11-06-2009]

 
Lascia il tuo commento