Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

La solita Formula Button

L'inglese vince e allunga in classifica, grazie anche al ritiro di Barrichello. Deludono le Ferrari.

Mentre assistiamo allo stucchevole rincorrersi di ipotesi più o meno fantascientifiche sulla stagione che verrà, accompagnate da una mancanza di dialogo preoccupante, il Mondiale 2009 scrive un'altra pagina (abbastanza sbiadita oserei dire) che segue nel modo più scontato possibile le precedenti: Jenson Button trionfa nuovamente e anche con relativa facilità, in una gara in cui, come spesso è accaduto, non ha avuto avversari. Di questo deve ringraziare, oltre al suo team, il compagno Barrichello che si pianta al via e il sopravvalutato Vettel, che la stampa carica ingiustamente di aspettative nella patetica speranza di trovare un rivale per il titolo. Sebastian è senza dubbio un potenziale fuoriclasse, ma attualmente è ancora troppo acerbo. Dopo l'erroraccio di Montecarlo, qui ne commette un altro abbastanza grave al primo giro, che finisce per stravolgere la sua strategia e gli fa perdere anche il secondo posto a favore dell'ottimo Webber. Ritrova il sorriso Trulli che coglie un bel quarto posto, si conferma su buoni livelli Rosberg (quinto). In sesta posizione troviamo la prima Ferrari, quella di Massa, che probabilmente sperava in qualcosa di più sulla sua pista "amica", ma ha poco da rimproverarsi, avendo fatto il massimo. Chi invece non lo ha fatto ancora una volta è stato Raikkonen, che, partito male e non è riuscito a recuperare, restando fuori dalla zona punti. Zona punti dove per la prima approda quest'anno Kubica, autore di una prova splendida con una Bmw ancora non esattamente competitiva. Continua a sprofondare nell'abisso la Mclaren e vedere Hamilton battagliare con Piquet per la tredicesima posizione, non è stato proprio il grande spettacolo che ci si augurava di ammirare con le nuove regole.

Giu.Cil.

[07-06-2009]

 
Lascia il tuo commento