Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Elezioni europee 2009
 
» Prima Pagina » Elezioni europee 2009
 
 

Elezioni europee/13

Continua la presentazione delle liste della circoscrizione Centro

di Filippo Pazienza

 

POPOLO DELLA LIBERTA'

POTITO SALATTO: nato a Bari il 22/01/1942.  1976 -1985: Consigliere comunale Roma. 1985-1995: Consigliere regionale Lazio. 1989-1990: Vicepresidente giunta regionale e assessore ICA e Formazione Professionale. 1990-1992: Assessore regionale ICA e Formazione Professionale. 1992-1993: Assessore regionale Bilancio. 1993-1994: Vicepresidente consiglio regionale. 2001-2009: Vicepresidente vicario Associazione 11 settembre onlus. 2007-2009: Presidente Assoforum 2007 (110 associazioni). 2000-2004: Project manager UNDP (United nation development programme) in Kosovo. 2004-2005: Project manager UNDP in Albania. (Fonte salatto.it)

MARCO SCURRIA:  nato a Roma (RM) il 18/05/1967. Sotto la sua guida, nel 1995, le liste di destra vincono per la prima volta dopo il '68 le elezioni studentesche negli atenei romani. Ha pagato un prezzo alto per testimoniare valori non conformisti nell'ateneo dove l'ultrasinistra si addestrava alla guerriglia. Fino al 1996 è dirigente nazionale del Fronte della Gioventù e poi è membro dell'Esecutivo di Azione Giovani di cui nel 2000 diventa Vicepresidente Nazionale. È stato componente dell'Assemblea Nazionale di Alleanza Nazionale e, nel 2008, vice di Gianni Alemanno nella Federazione di Roma, prima della conquista del Campidoglio. Nel 2003 collabora alla stesura del Codice di autoregolamentazione "internet @ minori" presso il Ministero delle Comunicazioni di Maurizio Gasparri. Dal 2005 è membro della Consulta degli esperti delle tossicodipendenze presso la Presidenza del Consiglio. Nel 2008 è membro del Comitato Esecutivo, istituito dal Ministero degli Esteri, per l'organizzazione della prima Conferenza Mondiale dei giovani italiani nel mondo che si è tenuta a Roma dal 10 al 12 dicembre. Poche ore dopo il terremoto in Abruzzo è attivo per l'organizzazione dei volontari, la raccolta e la distribuzione di beni di prima necessità; collabora con il Ministro Giorgia Meloni alla realizzazione della campagna "Giovani per l'Abruzzo". (Fonte marcoscurria.it)

PARTITO DEMOCRATICO

GABRIELE MORI: (Fonte scelgodemocratico.eu). Nato a Verona il 29/05/1941. Presidente e Fondatore dell’Associazione dei Popolari del Lazio Direttore Generale ENPAIA – Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e gli impiegati in Agricoltura Direttore Generale di AGRIFONDO – Fondo Complementare Pensionistico Lavoratori Agricoli. Presidente di VILLA MARAINI(Comunità terapeutica affiliata alla Croce Rossa). Componente del Comitato Consultivo del FONDO CLOE
(REAL ESTATE PIRELLI). È stato:
- Dirigente dell’INPS con la responsabilità dei rapporti con gli interessi organizzati delle Forze Sociali
- Primo responsabile internet dell’INPS
- Commissario straordinario dell’ENPALS
- È stato nominato Direttore Generale della CROCE ROSSA ITALIANA 29.04.2006

Ha svolto le funzioni di:
- Consigliere Comunale di Roma 1981-1992
- Componente la Commissione Cultura del Consiglio Comunale di Roma
- Assessore alla SANITA’ del Comune di Roma
- Assessore al TRAFFICO e METROPOLITANA di Roma
- Assessore all’EDILIZIA PUBBLICA di Roma
- Capo del Gruppo DC in Consiglio Comunale di Roma
- Deputato del Parlamento Italiano ’92-‘94
- Vice Segretario della DC di Roma

FRANCO VACCARI: è nato ad Arezzo nel 1952. Sposato, ha due figli. Psicologo e insegnante di psicologia, è direttore del Laboratorio di Psicologia dell’Istituto “Vittoria Colonna” di Arezzo, centro di ricerca e di azioni innovative in ambito educativo. Da sempre impegnato in esperienze legate al mondo giovanile, è consulente, in qualità di psicologo, presso Istituzioni pubbliche e private e, nella scorsa legislatura, è stato consulente del Ministero della Famiglia. Editorialista e autore di alcuni saggi, ha fondato ed è presidente di Rondine Cittadella della Pace, realtà che ospita giovani provenienti da luoghi di conflitto, li forma a una cultura del dialogo e della pace, favorendone il reinserimento nei loro paesi di origine. (Fonte democraticidavvero.it)

LEGA NORD

PAOLO FREZZA: nato a Roma (RM) il 24/09/1965. A ROMA, forte dell’esperienza maturata, convinto della necessità impellente di attuare le riforme costituzionali, in particolare quella federalista, ha avviato una lunga collaborazione con il Gruppo della LEGA Nord a Palazzo MADAMA; collaborazione che lo conduce nel 2009 ad accettare la candidatura ad Europarlamentare, con la Lega Nord per la circoscrizione “Italia Centrale”. A Roma si pone l’obiettivo di avvicinare al Cittadino la gestione della Cosa pubblica e la Politica, organizzando, già dal 2000, alcuni incontri all’interno dei quali dare l’opportunità alla gente di evidenziare le proprie contrarietà ed i disagi comuni. Matura questa idea, a livello Cittadino, organizzando incontri con gruppi di persone e comitati di diversi quartieri contribuendo, nel contempo, a predisporre un grande evento, nell’aprile del 2002, in cui la gente ha avuto l’opportunità di esprimere pubblicamente in piazza, davanti ai politici ed ai giornalisti intervenuti, le proprie contrarietà rispetto alle scelte fatte dalle istituzioni, senza il minimo coinvolgimento del popolo residente. Successivamente da vita ad un network nazionale di Comitati Civici di città come Roma, Milano, Genova, Cagliari ed Ancona; network che ha consentito la realizzazione di un secondo evento nel medesimo anno presso il Campidoglio in Roma; evento dove i rappresentanti delle singole Città hanno potuto riportare particolari situazioni territoriali. Infine, convinto della necessità impellente di attuare le riforme costituzionali, in particolare quella federalista che valorizza il ruolo delle autonomie regionali ha avviato una lunga collaborazione con il Gruppo della LEGA Nord a Palazzo MADAMA; collaborazione che lo ha visto partecipare attivamente alla redazione di documenti e studi e che lo ha portato dapprima a proporsi come candidato alla CAMERA dei Deputati alle Politiche 2008 e nel 2009 ad accettare la candidatura ad Europarlamentare. La sua estrazione trentennale in campo Militare lo pone in posizione privilegiata nella trattazione, in ambito Europeo, di argomenti relativi alla Difesa, Sicurezza, Sanità ed Ambiente. In tale ottica, uno dei principali obiettivi riguarda l’equiparazione degli emolumenti stipendiali del Personale Militare a quelli previsti dalle maggiori Forze Armate Europee. Inoltre come primario impegno, a similitudine di quanto avviene in Europa, vi è l’equiparazione al comparto Sicurezza dei Dipendenti civili. (Fonte paolofrezza.it)

MICHELA BERGOLINI: in attesa di ulteriori informazioni

UDC

CLARA PODDA: Nata a Cagliari il 19 luglio 1951, è una tennistavolista italiana. Ai campionati europei, tra il 1999 e il 2007, ha vinto una medaglia d'oro (Slovenia, 2007), una d'argento e due di bronzo nel singolare e un oro e un argento nel torneo a squadre. Ha vinto una medaglia di bronzo ai mondiali del 2006 in Svizzera. Alle Paralimpiadi di Pechino 2008, le quarte a cui ha preso parte, ha vinto due medaglie, una d'argento e nel torneo a squadre e una di bronzo nel singolare. (Fonte wikipedia)

CINZIA SANTINELLI: nata a Roma (RM) il 29/04/1966

ITALIA DEI VALORI

GIANTERESIO VATTIMO (detto GIANNI): Nato a Torino, 04 gennaio 1936. dove ha studiato e si è laureato in Filosofia; ha poi seguito due anni i corsi di H. G. Gadamer e K. Loewith all'università di Heidelberg, e ha studiato con Hans-Georg Gadamer e Luigi Pareyson. Dal 1964 insegna all'Università di Torino, nella quale è stato Preside, negli anni ’70, della Facoltà di Lettere e Filosofia. È stato “visiting professor” in alcune università americane (Yale, Los Angeles, New York University, State University of New York) e ha tenuto seminari e conferenze in varie università di tutto il mondo. Negli anni Cinquanta, insieme a Furio Colombo e Umberto Eco, ha lavorato ai programmi culturali della Rai-Tv, conducendo tra l’altro il programma settimanale politico-informativo “Orizzonte”. È membro dei comitati scientifici di varie riviste italiane e straniere; è socio corrispondente dell'Accademia delle Scienze di Torino. Ha diretto la “Rivista di Estetica”. Ha ricevuto lauree honoris causa da numerose università del mondo. E’ Grande ufficiale al merito della Repubblica italiana (1997). Attualmente è vicepresidente dell'Academía de la Latinidade. Nel 2006, Vattimo ha raccontato la sua vita a Piergiorgio Paterlini, autore dell'autobiografia "a quattro mani", pubblicata da Aliberti (Non Essere Dio). Seguendo le implicazioni politico-sociali della sua ispirazione filosofica, Vattimo si è poi impegnato appunto in politica, dapprima nel Partito Radicale, in qualità di rappresentante del “Fuori” (un impegno costante, quello contro le discriminazioni sessuali, che lo ha portato a partecipare negli ultimi anni, in qualità di Invitato permanente, al direttivo nazionale del Coordinamento Omosessuale DS); poi nel gruppo “Alleanza per Torino” in occasione delle prime elezioni comunali maggioritarie (1993) della sua città, e tre anni dopo, nella campagna elettorale dell'Ulivo. Nel 1999 è stato eletto deputato al Parlamento di Strasburgo per i Democratici di Sinistra, nel gruppo del Partito Socialista Europeo. Qui ha partecipato ai lavori della Commissione per la cultura, la gioventù, l’istruzione, i mezzi d’informazione e lo sport, e della Commissione per i diritti e le libertà dei cittadini, la giustizia e gli affari interni. E’ stato inoltre membro della Commissione temporanea sul sistema di intercettazione satellitare “Echelon”, e delle Delegazioni Interparlamentari UE-Cina e UE-Sudafrica; si è occupato anche, tra l’altro, di istruzione e formazione, università (programmi Erasmus e Socrates), ricerca e sviluppo, media, tossicodipendenze, diritti civili e sociali, diritti degli animali, senza dimenticare l’apporto dato all’opposizione al governo di centrodestra italiano. In polemica con il gruppo dirigente dei DS, nel 2004 ha lasciato il partito e ha accettato la candidatura al Parlamento europeo con il Partito dei Comunisti Italiani (PdCI), contribuendo, pur senza risultare eletto, al buon risultato del partito. Dopo l'ultima lectio tenuta all'università di Torino (14 ottobre 2008), Vattimo ha accettato la proposta di candidatura al Parlamento Europeo rivoltagli da Antonio Di Pietro e dall'Italia dei Valori, nelle cui liste è oggi candidato come indipendente.  (Fonte giannivattimo.it)

CARLO VULPIO: Nato ad Altamura (BA), 28 luglio 1960. Si è laureato in Giurisprudenza a Bari, con una tesi in diritto processuale penale. Nel 1986 ha fondato e diretto un giornale locale, "Piazza", e poi ha collaborato con varie testate, tra le quali L'Espresso, Avvenimenti, l'Unità e Corriere della Sera. E’ approdato in via Solferino, a Milano, quando a dirigere il Corriere c’era Ugo Stille. Attualmente si occupa di grandi fatti di cronaca e di inchieste in Italia e all'estero. Nel 1993, dopo la caduta del regime di Enver Hoxha, è stato tra i primi a sbarcare in Albania e, nel 1995, ha seguito la guerra nella ex Jugoslavia. A seguito dell’esperienza della guerra, ha focalizzato la sua attenzione sui problemi legati all’immigrazione. Ha insegnato per quattro anni all'università statale di Bologna dove, come docente a contratto, è stato titolare dell'insegnamento di "Informazione, media e cittadinanza" per il corso di laurea specialistica in Scienze della comunicazione pubblica, sociale e politica. Carlo Vulpio è il giornalista del Corriere della Sera che si è occupato del caso di Luigi de Magistris e di Clementina Forleo. Le sue posizioni divergenti rispetto alla linea editoriale gli hanno provocato non pochi problemi. Infatti, il 3 dicembre 2008, dopo l’uscita dell’articolo sul Corriere della Sera dal titolo “Caso de Magistris, toghe indagate - Illeciti per sfilargli le inchieste”, che trattava sulle perquisizioni e i sequestri ordinati dalla procura di Salerno nei confronti di otto magistrati calabresi e di altri politici e imprenditori, il direttore Paolo Mieli ha dichiarato concluso il suo viaggio fra Catanzaro e Salerno, Potenza e San Marino, Roma e Lamezia Terme. Con una telefonata Vulpio è stato sollevato dall’incarico. Un viaggio cominciato il 27 febbraio 2007, quando scoppiò “Toghe Lucane”. Un viaggio che gli fece capire che da quel momento in poi nulla sarebbe stato più come prima all’interno della magistratura e in Italia. Nel maggio del 2008 Vulpio scrive “Roba Nostra”, a cui è stato assegnato il premio “Rosario Livatino 2009”. Nel libro edito dal Saggiatore, Carlo Vulpio punta l'attenzione sul sistema meridionale del malaffare, dove i partiti-famiglia sono macchine con cui si smistano i fondi nazionali ed europei, si assegnano gli appalti, si decide la fortuna o la sfortuna nelle carriere pubbliche, a cominciare dalla magistratura. Mette in primo piano le vere forze che "fanno girare" il Paese, condannandolo all'inefficienza dei servizi, agli scempi ambientali e al declino inarrestabile della sua economia. Di queste forze, dopo le scoperte pionieristiche del pool di Milano, "Roba Nostra" offre la radiografia più aggiornata. Nuovi politici, massoni riuniti in fantasiose logge, clan familiari che sperimentano le tecniche più spietate per garantirsi il controllo di tutto ciò che è pubblico in intere regioni: dalla sanità all'istruzione, ai cosiddetti incentivi per lo sviluppo. Il 18 marzo 2009 Antonio Di Pietro ha presentato la candidatura indipendente di Carlo Vulpio alle Elezioni Europee del 6/7 giugno 2009 (in tutte le circoscrizioni italiane, Isole escluse) nelle liste di Italia dei Valori. (Fonte italiadeivalori.antoniodipietro.com)

SINISTRA E LIBERTA'

MAURO PALMA: Nato a Roma, il 20 agosto 1948, matematico, ha insegnato per molti anni e si è occupato di ricerca in didattica della matematica e dell’informatica, in particolare presso il Laboratorio di Didattica delle Scienze dell’Università “La Sapienza” di Roma. È autore di numerosi testi e saggi in questo settore.
Nei primi anni Ottanta ha pubblicato con Walter Maraschini un testo di matematica per le scuole secondarie superiori, Problemi e modelli della matematica, che è stato di riferimento per il dibattito sull’innovazione nell’insegnamento di questa disciplina e sul suo rapporto con l’informatica. I testi successivi hanno sviluppato le idee iniziali in esso contenute e sono tuttora tra i più noti nella scuola secondaria superiore, soprattutto all’interno dei corsi sperimentali. Ha fatto parte di progetti di ricerca e di formazione dei docenti sui temi del recupero della dispersione scolastica e della definizione di competenze elementari da assicurare a tutti i giovani. È stato componente di Commissioni italiane e internazionali sull'innovazione dell'insegnamento; in particolare, è stato membro della commissione per i nuovi programmi di insegnamento di matematica nella scuola superiore (la cosiddetta Commissione Brocca, 1988-1991), ha rappresentato l’Italia nella commissione UNESCO per l’introduzione delle nuove tecnologie nella scuola superiore (1994) e ha coordinato i lavori per l’area matematica della commissione per il riordino dei cicli scolastici (1998-2001). Recentemente (2007) è stato nominato componente del “Comitato per il miglioramento della qualità dell’insegnamento della matematica” istituito dal Ministero della pubblica istruzione. Dal 1997 è il coordinatore scientifico delle attività dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani rivolte al mondo della scuola. In questo ambito ha diretto la rivista Iter, rivolta ai docenti della scuola secondaria superiore, e attualmente coordina l’area “scuola” di Treccani.it, che propone materiali di approfondimento e discussione per docenti e studenti.Da molti anni attento ai problemi della giustizia penale e, in particolare, del carcere, ha costituito nei primi anni Ottanta, con alcuni giuristi, intellettuali e operatori del diritto, un’area di discussione e di critica del diritto penale dell’emergenza che ha dato luogo prima alla rivista  Antigone (1983-1988) e, successivamente, alla omonima associazione. Di Antigone, che svolge attività di studio, iniziativa politica ed elaborazione legislativa sui  temi della tutela dei diritti e delle garanzie in ambito penale e penitenziario, è stato Presidente fino al 2000 ed è ora Presidente onorario. Nel dicembre 2000 è stato eletto componente per l’Italia del Comitato Europeo per la prevenzione della tortura, dei trattamenti e delle pene inumani o degradanti (CPT), organo del Consiglio d’Europa, istituito da una apposita Convenzione e avente il compito di vigilare sulla privazione della liberta nei 47 stati che hanno ratificato tale Convenzione. Rieletto per tre successivi mandati, è stato capo delegazione in più di 30  visite nei paesi membri della Convenzione, soprattutto nell’area dei Balcani e nel Caucaso. Nel marzo 2007 è stato eletto Presidente del Comitato e ricopre attualmente tale incarico. Autore di numerosi saggi sulla giustizia penale e sull’esecuzione delle sanzioni, è docente in corsi di formazione promossi dal Ministero della giustizia nonché in master universitari nell’area del diritto umanitario internazionale. Ha ricevuto recentemente la comunicazione del conferimento della laurea honoris causa in giurisprudenza per questa sua pluriennale attività. (Fonte mauropalma.it)

DANIELA ROSATI: Nata a MARSCIANO (PG), il 12 luglio 1976. Dipendente Regione Umbria-Servizio Protezione Civile. Laurea in Giurisprudenza-Università degli Studi di Perugia.Idonea allo svolgimento della professione di Avvocato .Di tradizione familiare e culturale di origine socialista. Mi candido perchè sono convinta che la nuova alleanza che ha dato vita a Sinistra e Libertà sia un motivo di sopravvivenza, ed ancor più un atto di resistenza democratica contro una politica che, a colpi di leggi elettorali, tenta di uccidere il pluralismo sia in Italia che in Europa.Posta la sopravvivenza dei piccoli partiti, l’obiettivo è che questi possano partecipare alla costruzione di un nuovo centrosinistra, che al momento si trova a vivere una pesante crisi, affinché questo possa essere in grado di contrastare la politica dell’immagine di stampo berlusconiano. Purtroppo si respira vento di destra nell’elettorato italiano a causa dell’assenza di una sinistra riformista, europea e socialdemocratica. (Fonte sinistraeliberta.it)

FORNZA NUOVA

ROBERTO FIORE: nasce a Roma il 15 Aprile del 1959. Cattolico , sposato e padre di  11 figli, inizia la sua attività politica nel 1973, divenendo esponente di spicco di quella gioventù romana che negli anni ‘70   si pose  come unico  concreto baluardo contro la spallata di piazza  di matrice comunista. L’indomita passione  politica lo porta ad essere accusato ingiustamente di reati d’opinione tanto da costringere il Nostro ad espatriare in Inghilterra, terra nella quale, in 20 lunghi anni, germoglieranno in Roberto i virgulti di una rinascita personale e politica. E’ “oltremanica” infatti, che Fiore –formata la famiglia che è a tutt’oggi il suo orgoglio-  crea, insieme a Massimo Morsello, la più importante struttura di riferimento per il turismo giovanile europeo. Da questa attività nascono  una serie di iniziative economiche volte a creare una rete di supporto alle attività sociali e politiche di Forza Nuova e, allo stesso tempo, si da vita ad una classe politica in fieri, avvezza al sacrificio ed al lavoro  e con al centro, sempre e comunque, la famiglia. Il 29 settembre 1997, sotto il patronato dell’Arcangelo Michele e insieme a Massimo Morsello, fonda ufficialmente il Movimento Politico Forza Nuova. Il programma di Forza Nuova si articola sugli “8 Punti Fermi per la Ricostruzione Nazionale” che anticipano le grandi tematiche politiche odierne, proponendo radicali soluzioni. Per la prima volta, dopo quasi due decenni di silenzio, si parla della necessità, per risollevarsi dalla crisi epocale, di proteggere la vita dal concepimento, senza tentennamenti, e di arginare l’ immigrazione in modo ferreo ma umano, nel rispetto di popoli e culture. Forza Nuova è il primo movimento a sostenere l’idea di moneta di popolo e di un’ economia antiusuraia e di interesse nazionale. Radicata  in Fiore è l’ idea che sia indispensabile per tutti i partiti e movimenti europei di ispirazione sociale e nazionale, essere collegati e cooperare. Questo lo porterà ad essere contatto e punto di riferimento per i movimenti nazionalisti in tutto il continente. Nell’ ultimo anno, ha compiuto una serie di viaggi in Russia ed ha stabilito con questo paese un collegamento culturale e politico culminato con un convegno  (a cui hanno partecipato esponenti della cultura, della politica e del mondo militare russo), tenutosi  a Roma nel mese di Novembre. L’ idea di un’ Europa Cristiana e Romana che includa la Russia ed abbia finalmente il coraggio di porsi alla ribalta mondiale come potenza di pace, è centrale nel pensiero del leader di Forza Nuova. (Fonte forzanuova.org)

ALESSANDRO BALDUINI: nato a Lucca il 7/6/1978

RICCARDO DONTI: nato a Perugia il 21/9/1981

MARCO GLADI: nato a Chiaravalle (An) il 27/8/1978

GIANGUIDO SALETNICH: nato a Roma il 4/9/1972

RENZO CENTOFANTE: nato a Cassino (Fr) il 2/2/1965

DAVIDE DITOMMASO: nato a Fano (Pu) il 13/4/1975

SILVIA DONTI: nata a Perugia il 14/4/1984

SERGIO GIANGREGORIO: nato a Roma il 26/9/1959

ANGELA LUCENTE: nata a Roma il 10/6/1957

GIUSEPPE ONORATO: nato a Civitavecchia (Rm) il 10/1/1979

ANNA ORSINI: nata a Faleria (Vt) il 28/7/1966

RUGGERO RICCIARDELLA: nato a Formia (Lt) il 12/3/1975

STEFANO SANTONI: nato a sarteano (Si) il 1/9/1976

 

[05-06-2009]

 
Lascia il tuo commento