Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Reclutava giovani ragazze per farle prostituire

arrestato 27 enne romano di buona famiglia

Reclutava le giovani donne a feste private e nei locali di Roma nord convincendole a prostituirsi con la promessa di un guadagno intorno ai 30mila euro al mese.

Un giovane di buona famiglia, con un posto fisso da mille euro al mese, bazzicava abitualmente nei locali dei Parioli con auto di lusso ed aveva fatto cadere nella sua rete figlie di professionisti, ma anche straniere e ragazze madri bisognose.

Dopo un anno di indagini il 27enne è finito in manette per cessione di stupefacenti, induzione e favoreggiamento alla prostituzione di 4 donne, tra loro anche una minorenne di 17 anni.

L'indagine, condotta dalla Squadra Mobile della polizia di Stato diretta da Vittorio Rizzi, dalla Sezione II e dal commissariato Fidene-Serpentara, con il coordinamento del procuratore Carlo La Speranza, è partita circa un anno fa, dopo il ritrovamento durante una perquisizione in un'abitazione, di una vera e propria serra di piante di marijuana: circa 3 chili di fogliame e 1.500 dosi pronte.

A finire in manette una donna che raccontò di essere stata costretta a prostituirsi e maltrattata. Da lì gli inquirenti sono arrivati sulle tracce del 27enne. e di un suo amico di 25 anni che forniva gli stupefacenti ed anche lui arrestato.

Le giovani, che adescavano i loro clienti principalmente sul web, si prostituivano in due appartamenti in zona Nomentana, uno di questi di proprietà della madre del ragazzo. Spesso erano costrette a partecipare a rapporti di gruppo con amici del giovane e venivano filmati ed usati come arma di minaccia. La percentuale di cui beneficiava il ragazzo oscillava dal 30% al 50% (più alta per le straniere che avevano maggiore difficoltà a trovare clienti) e per un appuntamento con le giovani i clienti sborsavano fino a 350 euro.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno messo sotto sequestro anche uno scatolone pieno di video che il ragazzo aveva custodito a casa come arma di ricatto.

[04-06-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia