Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Il mistero dei due cadaveri

trovato corpo in via di Vigna Murata e sulle sponde del Tevere

Non è carbonizzato come era sembrato agli investigatori in un primo momento, ma ha la pelle scura perché in avanzato stato di decomposizione.

Secondo gli inquirenti, sarebbe morto da oltre un mese, l'uomo trovato stamattina avvolto in una coperta accanto a un cassonetto in via di Vigna Murata 177.

Dagli accertamenti effettuati finora non risultano segni evidenti di violenza sul cadavere. Gli inquirenti non escludono però che possa trattarsi di un omicidio. L'uomo, che non aveva con sé documenti né effetti personali, dovrebbe essere morto da poco più di una settimana. Non si conoscono le sue generalità, ma sembra essere di carnagione chiara ed ha un'età apparentemente al di sopra dei 40 anni.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri del Nucleo investigativo e Radiomobile. Sempre questa mattina un cadavere è stato ritrovato nel Tevere nei pressi di Ponte Milvio. A intervenire, dopo una segnalazione, i vigili del fuoco, gli agenti della fluviale e i sommozzatori. Viste le condizione del corpo, non è stato possibile stabilire né il sesso né l'età della persona.

[03-06-2009]

 
Lascia il tuo commento