Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Imbrattata la teca dell'Ara Pacis

filmati tre uomini incappucciati

La teca del Museo dell'Ara Pacis è stata imbrattata nella notte con alcuni palloncini contenenti vernice verde e rossa. Sul lato dello sfregio, dalla parte interna verso via Ripetta, la polizia ha rinvenuto anche un water e 2 pacchi di carta igienica.

L'Ama è stata subito allertata per ripristinare al più presto le condizioni del muro. A quanto si apprende dalla Questura, per il momento non è stata registrata alcun tipo di rivendicazione del gesto.

La bianca teca, progettata da Richard Meier, che contiene l'antica Ara Pacis laddove un tempo sorgeva l'edificio creato da Morpurgo, è un'opera a lungo contestata nella Capitale: dapprima da Vittorio Sgarbi, quindi dallo stesso sindaco Gianni Alemanno, che poco dopo la sua elezione in Campidoglio aveva promesso "La rimuoveremo", ma si era poi corretto sostenendo di essere stato frainteso. Non è ancora chiaro se il danneggiamento con vernice sia un'azione dimostrativa: il lancio sarebbe avvenuto poco prima dell'alba, senza testimoni. Le telecamere che sorvegliano l'area avrebbero filmati tre individui incappucciati.

Secondo Graziano Cecchini, interpellato dalla Questura sui possibili autoridel gesto, "quest'azione è un sussulto di vita in una cittá abbastanza morta o mortifera". Secondo l'artista e perfomer neo futurista, protagonista di clamorosi episodi come la colorazione di rosso della Fontana di Trevi e il rovesciamento di 500 mila palline di plastica sulla scalinata di piazza di Spagna a Roma.

Cecchini lamenta che "la Questura si rivolge a me per qualsiasi episodio di questo genere, ma io non parlo neanche sotto sotto tortura. Sono stato sul posto, ci sono almeno 5 telecamere". 

[01-06-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia