Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma č sporca, ancora polemiche

i sindacati difendono l'operato dipendenti Ama

Ancora strascichi sulla polemica generata dalla frase di Berlusconi che ha paragonato Roma all’Africa in quanto a sporcizia e degrado.

Dopo la precisazione del premier, che ha ribadito di non aver mai inteso attaccare Alemanno, ma semmai la precedente amministrazione guidata da Veltroni e le dichiarazioni di numerosi esponenti politici, insorgono i vertici dell’Ama che, per bocca del presidente Daniele Clarke, giudicano  ingenerose le critiche e affermano che i vertici aziendali apprezzano l'impegno dei dipendenti per attuare il piano industriale approvato a febbraio dalla giunta Alemanno.

Intanto ieri mattina il PD ha tappezzato la città con 5 mila manifesti di sostegno alle affermazioni premier. Secondo il segretario del Pd Lazio, Roberto Morassut "l'iniziativa vuole dimostrare che il Partito Democratico non e' sempre prevenuto nei confronti del Presidente del Consiglio ed e' disposto a riconoscere pubblicamente quando ha ragione".

Benzina sul fuoco viene gettata anche da CGIL, CISL e UIL di categoria. I sindacati difendono l’operato dei 6.300 lavoratori dell’AMA ed esprimono sconforto nel constatare come la politica sia ben lontana dal prendere piena coscienza delle reali difficoltà, anche di carattere logistico, in cui incorre quotidianamente l'Azienda  nell'espletamento delle sue funzioni. A intervenire anche Luciano Ciocchetti dell’UDC secondo il quale Veltroni è caduto perché Roma è stata lasciata nel degrado e oggi si continua nella stessa direzione.

 
 

[28-05-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE