Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Riunione di famiglia

di Thomas Vinterberg. Con Brigitte Christensen, Morten Grunwald

di Rosario Sparti

Una cittadina danese sta per festeggiare il 250° anniversario della sua fondazione, il cui apice sarà il concerto d’un noto cantante lirico originario del luogo.  Nei preparativi della festa si intrecciano le vicende del cantante Karl, d’un folle cuoco italiano e dell’ingenuo cameriere Sebastian che sta per sposarsi.

Thomas Vinterberg, uno dei fondatori del movimento Dogma95, dopo una parentesi americana ritorna alle origini: girando in Danimarca e confezionando una sorta di contraltare comico della sua opera più nota, FESTEN. Interpretato da alcuni degli attori feticcio del regista, questo film si sarebbe dovuto girare in Italia ed a comprovare questo è la fotografia solare, la scelta di location da cartolina ed una certa tendenza verso il macchiettismo legata ad una visione stereotipata del nostro Belpaese.

Tra arie d’opera, campi di grano, lezioni di cucina e raggi di sole che incorniciano le inquadrature vediamo questo bizzarro alternarsi di equivoci da pochade legati al ritorno a casa di questo famigerato e stimato artista che si imbatte in questo giovane balbuziente che tanto gli ricorda la sua gioventù.

Si respira una aria da operetta all’interno del film ed il tentativo di rileggere alcune situazioni come quelle del confronto padre-figlio sotto una luce più leggera quasi mai sembrano funzionare. Se da un lato si apprezza il tono brioso nell’analizzare certe tematiche e nell’allontanarsi da certe velleità autoriali legate al Dogma, dall’altro si manifesta un tocco insipido nella regia e i pugni allo stomaco che il regista cercava di infliggerci coi suoi precedenti lavori qui non riescono a trasformarsi in  sorrisi.

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[18-05-2009]

 
Lascia il tuo commento