Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Storie Metropolitane
 
» Prima Pagina » Storie Metropolitane
 
 

Le parole del disabile picchiato sul bus

i carabinieri identificano uno degli aggressori

Gianluigi Barbieri

Gianluigi Barbieri, il ragazzo diversamente abile insultato e aggredito da tre malviventi dopo aver denunciato, sull’autobus 40, un tentativo di borseggio ha deciso di andare dai Carabinieri per identificare i suoi aggressori.

Il ragazzo, con coraggio e senso civico, e’ andato dai militari insieme al papa’ ex carabiniere per provare a ricostruire l’identikit dei tre borseggaitori che dopo averlo picchiato sono scappati alla prima fermata del bus.

Dopo aver visionato migliaia di foto, sin da questa notte, insieme al giornalista che ha denunciato il fatto, i Carabinieri sono riusciti a risalire all’idendita’ di uno degli aggressori, si tratterebbe di un uomo nordafricano che le forze dell’ordine stanno cercando.

Unico testimone dell’episodio di sabato notte è Marco Cappeddu, giornalista corso in aiuto del ragazzo aggredito, che non è però riuscito ad impedire la fuga degli aggressori ed è stato l'unico ad aver soccorso Gianluca

"Ho visto che stavano rubando ad una signora così ho urlato, signora! Le stanno rubando il portafogli! Poi si sono avvicinati mi hanno insultato e uno di loro mi ha dato un cazzotto. Nessuno, proprio nessuno a parte il giornalista ha avuto il coraggio di intervenire, forse perché è successo tutto così in fretta- dice Gianluca"

[08-01-2007]

 
Lascia il tuo commento