Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Giovanna Reggiani

il 9 luglio al via il secondo grado

Inizierà il 9 luglio prossimo il processo di secondo grado nei confronti di Romulus Nicolae Mailat, il romeno accusato di aver aggredito Giovanna Reggiani nei pressi di Tor di Quinto il 30 ottobre 2007, deceduta dopo tre giorni di agonia.

Il romeno, che sarà giudicato dopo la richiesta di appello sia della difesa che del pm, era stato condannato in primo grado, lo scorso 29 ottobre a 29 anni di carcere per omicidio volontario, violenza sessuale e rapina.

I giudici avevano disposto anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, l’interdizione legale per la durata della pena, la sospensione della potestà genitoriale e l’espulsione dal territorio dello Stato a pena espiata; inoltre l’imputato era stato condannato a risarcire il danno al marito della vittima costituitosi parte civile.

Nonostante la testimonianza di una donna romena, che dichiarò di aver visto Mailat portare in spalla il corpo della vittima privo di sensi per poi buttarlo in un fosso, l’uomo pur ammettendo di aver compiuto la rapina, ha sempre negato però di aver violentato la signora Reggiani e di averla uccisa.

Lo scorso 28 aprile, Mailat è stato rinviato a giudizio anche per l’accusa di calunnia, per aver accusato del delitto Vassili Gheroghe Neamtu, il figlio della supertestimone, pur sapendolo innocente; il processo per questo capo di imputazione inizierà il prossimo 23 ottobre.

[13-05-2009]

 
Lascia il tuo commento