Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Esplosione a Mostacciano

configurati i reati di omicidio colposo plurimo e disastro colposo

Continuano i sopralluoghi dei vigili del fuoco per accertare le cause dell’esplosione che ieri mattina all’alba ha causato la morte di due donne – di 27 e 42 anni-, il ferimento di tre persone, e la devastazione della palazzina al civico 373 di via Carmelo Maestrini, a Casal Brunori, tra Spinaceto e Mostacciano.

I pompieri dovranno capire se si è trattato di una fuga di gas accidentale o provocata. Il sospetto è che una delle inquiline del palazzo– Catalina Civicos Gonzales – depressa dopo la scomparsa del figlio , abbia tentato il suicidio tagliando il tubo del gas. La donna, 72 anni, è ricoverata con fratture e ustioni al sant’Eugenio.

Intanto l’assessorato ai servizi sociali del comune è impegnato a dare risposta agli inquilini, che a giudicare dallo stato del palazzo, sembra un miracolo che siano sopravvissuti.

Si rafforza comunque l'ipotesi della tragedia provocata dal taglio doloso di una tubatura del gas nella palazzina di via Carmelo Maestrini 373. 

La Procura di Roma ha configurato i reati di omicidio colposo plurimo e disastro colposo, per il momento contro ignoti, in relazione all'esplosione nella palazzina nella zona di Casal Brunori. Il pm Francesco Scavo, titolare degli accertamenti, ha rilasciato il nulla osta per la sepoltura delle vittime e disposto una consulenza tecnica per fare luce sulla cause dell'esplosione. Al vaglio del magistrato c'è già una relazione dei vigili del fuoco. Secondo una prima ricostruzione dei fatti sembra che la fuga di gas sia stata volontariamente causata dall'anziana spagnola Catalina Civicos Gonzalez, gesto che potrebbe essere stato dettato da una profonda depressione dovuta anche alla recente morte del figlio. L'altra ipotesi è che si sia trattato di un incidente.

 
 

[11-05-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE