Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio in famiglia, tragica lite a Giardinetti

suocero uccide genero a revolverate

Ha suonato al campanello dell'appartamento della figlia, sua dirimpettaia, e ha sparato con un revolver a suo genero. L'omicida, Vincenzo Corsico, 78 anni, non aveva mai visto di buon occhio quel matrimonio ed è stato arrestato per omicidio volontario, l'uomo, intorno all'ora di pranzo, preso da un attacco d'ira aveva ucciso a colpi di revolver il genero Antonio Furloni.

Un omicidio avvenuto sul pianerottolo della palazzina dove sia l'anziano che la vittima vivevano in due appartamenti dirimpettai, in via Lucio Furio 22. I carabinieri della stazione Giardinetti per tutto il pomeriggio hanno ascoltato l'assassino il quale avrebbe detto che fin dal fidanzamento della figlia con Antonio, circa 8 anni fa, non aveva mai visto di buon occhio quello che sarebbe poi diventato il futuro genero.

Una storia fata di dissapori lunghi (tra cui anche un contenzioso per una questione legata alla casa tra padre e figlia), accuse lanciate contro la figlia e contro suo marito. Poi l'ennesimo litigio finito in tragedia.

La vittima, 33 anni, lavorava in rosticceria, nel quartiere di Centocelle, insieme ai suoi genitori, mentre Vincenzo, in pensione, in passato aveva lavorato come venditore ambulante. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione Giardinetti, Vincenzo ha suonato al campanello dell'appartamento della figlia e quando il genero gli ha aperto ha sparato due colpi di revolver, uno dei quali, quello che lo ha colpito all'emitorace, è stato fatale.

In casa, in quel momento, c'erano la moglie di Antonio, nonché figlia dell'assassino, e la bimba piccola, di due anni, della coppia. Vincenzo Corsico dopo aver sparato è tornato nel suo appartamento, sotto choc, finché non sono arrivati i carabinieri, chiamati dai vicini, che lo hanno accompagnato in caserma. Quel revolver, con il quale ha ucciso il genero, era da lui detenuto regolarmente.

 
 

[07-01-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE