Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ncc, il Consiglio di Stato boccia il Comune

battaglia tassisti - nolegiattori con conducente

Gli autonoleggiatori restano in città. Dopo il Tar anche il Consiglio di Stato ha bocciato il provvedimento del Sindaco per limitarne l’attività a Roma. Così gli Ncc potranno continuare ad entrare nella Ztl e fare concorrenza ai tassisti romani.
Contro i noleggiatori iscritti in altri comuni e a favore dei tassisti cittadini Alemanno ha tentato due diverse strade, che adesso appaiono entrambe senza uscita.

La decisione del Consiglio di Stato boccia in secondo grado la determinazione dirigenziale del Comune n. 1613, che obbligava gli autonoleggiatori a comunicare all’atac in anticipo ogni accesso nella Ztl romana. Ma la determinazione, attivata ad ottobre, a novembre era stata sospesa dal Tar perché attuava di fatto una restrizione del mercato.
Per ottenere lo stesso risultato in Sindaco si è rivolto al governo, spingendo per un provvedimento amministrativo attivo in tutta penisola. Nel Milleproroghe di febbraio è stato, infatti, inserito un emendamento che stabilisce l’obbligo di rimessa dopo ogni servizio per gli NCC. Ma i noleggiatori di tutta Italia sono arrivati a Roma per manifestare contro quella che definiscono una caccia alle streghe.

Il provvedimento potrebbe diventare operativo il 30 giugno, ma gli NCC attendono di essere convocati presto ad un tavolo con il governo. Intanto Alemanno, in vista di questa possibilità,  ha annunciato, insieme all’assessore alla mobilità Marchi, una sanatoria per i noleggiatori di fuori Roma.  

[06-05-2009]

 
Lascia il tuo commento