Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Notte dei musei

il 16 maggio 58 musei aperti fino alle 2

Musei sotto la luna, percorsi nella storia e nell’arte fino alle prime ore dell’alba per dimostrare che la notte si può vivere in modo collettivo, civile e identitario.

E’ la prima edizione della Notte dei Musei, nata quattro anni fa in altre città europee e il prossimo 16 maggio diventerà patrimonio anche di Roma.

58 musei aperti dalle 20 alle 2, 19 mostre temporanee, 30 eventi, 3 lectio magistralis e visite guidate, tutto gratuito; una novità che risponde ad una precisa strategia: spalmare i grandi appunantamenti lungo i dodici mesi dell’anno, anziché concentrarli in un unico periodo.

La Notte dei Musei parte alle 21 con le parole del Sovrintendente Broccoli, che nell’Esedra del Marco Aurelio ai Musei Capitolini, accompagna il pubblico in un “Viaggio letterario tra le suggestioni della notte”, con le parole di scrittori che hanno fatto dei cieli stellati motivo di ispirazione.

Dalle 20 alle 2 si potrà visitare Palazzo Senatorio mentre sulla piazza del Campidoglio si eseguirà musica dal vivo.
Tra i musei scelti per i più importanti appuntamenti c’è la Centrale Montemartini che dalla prossima stagione, con tutta probabilità, aprirà il venerdi e il sabato nella fascia serale. Durante la Notte dei Musei ospiterà una visita guidata dal titolo “L’abitudine all’energia tra antichità e futurismo” in collaborazione con il Teatro di Roma.
Stretta la collaborazione anche con la Sapienza Università di Roma, che ha organizzato due concerti al Pantheon e al Chiostro del Bramante, a partire dalle 21.

Presso la Galleria Nazionale d’arte antica di Palazzo Barberini ci sarà un Concerto del Sestetto Stradivari a cura dell’Accademia Nazionale Santa Cecilia.

Cinque gli eventi legati al centenario della nascita del Futurismo: in particolare all’Auditorium dell’Ara Pacis alle 21 e alle 23 Roberto Herlitzka parteciperà al Concerto a due voci per futuristi eseguito dal gruppo musicale Alea Nova.
Tre le lectio magistralis tenute rispettivamente da Umberto Galimberti al Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps dal titolo “Creatività e follia”; da Valerio Massimo Manfredi al Museo Etrusco di Villa Giulia “Raccontare il passato: storia e letteratura”. Infine, Paolo Matthiae ai Musei Capitolini parlerà dei “Musei e l’universalità del patrimonio culturale”.
Per le informazioni dettagliate sul programma si possono visitare i siti internet www.museiincomuneroma.it o www.beniculturali.it . per chi preferisce il telefono, il numero è lo 060608.

[05-05-2009]

 
Lascia il tuo commento