Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Concertone del 1 maggio

800 mila in piazza San Giovanni

Entusiasti per "Io diventerò qualcuno" cantato da uno scatenato Caparezza. Il pubblico del Concertone del Primo Maggio a Roma si risveglia verso le 20.30, dopo un pomeriggio passato a sbadigliare e a rispondere alle sollecitazioni di Sergio Castellitto, il conduttore della maratona musicale, con ole invocanti la star della serata: Vasco Rossi. La folla degli spettatori, in gran parte ragazzi tra i 15 e i 30 anni lo hanno aspettato fino all 21. In piazza San Giovanni erano oltre 800 mila giovani giunti per assistere al concerto.

"Ciao bella gente, ciao popolo del rock». Così alle 22 Vasco Rossi saluta il pubblico che lo ha atteso per tutto il pomeriggio. Vasco arriva con il suo cappellino verde -che perderà alla fine del concerto- e il giubbotto di pelle chiara e comincia l’esibizione - suonerà per 45 minuti - con le note di "Stupendo". Poi annuncia: "Questa sera vi volevo fare una sorpresa, una cosa nuova, vediamo se mi riesce", dice, e attacca "Sono un ragazzo di strada...". In scaletta storici brani che accarezzano i fan come "Vieni qui" e "Sally". Il pubblico recita a memoria anche "C'è chi dice no", poi arriva "Gli spari sopra". Vasco parla ai ragazzi: "Non date troppo ascolto a quello che sentite in televisione, e soprattutto nei telegiornali". 

Alla fine del "raduno" mentre gli uomini dell'Ama finiscono di ripulire le strade intorno a San Giovanni (la piazza era già linda dall'alba, a onor del vero) e i tecnici iniziano a smontare le strutture del palco, gli organizzatori della grande festa che ha portato al Concertone del Primo Maggio oltre 800 mila giovani si dicono soddisfatti. Ma preoccupati per il futuro e per la difficoltà di riuscire a reperire fondi.

[01-05-2009]

 
Lascia il tuo commento