Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Febbre suina in Messico

controlli e deplian informativi a Fiumicino

Per il momento in Italia non c’è allarme per influenza da suini e nessuno caso accertato di contagio. Il livello d’allerta rimane comunque alto e nello scalo internazionale di Fiumicino sono scattate le misure di sicurezza. Nelle prossime ore verranno distribuiti ai passeggeri volantini approntati dal Ministero del Welfare con i consigli per i viaggiatori in partenza per le zone colpite dal virus H1N1: evitare la visita a mercati e fattorie, scansare portate a base di carne suina cruda, lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con detergenti disinfettanti. E per i viaggiatori in arrivo in Italia viene richiesto di tenere sotto controllo lo stato di salute per almeno 10 giorni.

Intanto, dopo l’invito della Farnesina a non recarsi nelle aree del Messico interessate dal contagio, si sono già registrate cancellazioni di sbarchi e rinunce a partire. È stato annullato un volo della compagnia Aeromexico che sarebbe dovuto arrivare ieri sera dalla capitale del Messico; mentre il volo charter della Livingston con destinazione Città del Messico è partito con passeggeri dimezzati: su 102 prenotazioni, sono stati in 43 a dare forfait. Tra le rinunce ci sono anche quelle di due coppie dirette a Cancan per il viaggio di nozze. Si stanno svolgendo regolarmente invece le partenze dal Terminal 5, dedicato prevalentemente ai voli diretti negli Usa, dove è stata dichiarata l'emergenza sanitaria a seguito dei 20 casi confermati di febbre suina.

[27-04-2009]

 
Lascia il tuo commento