Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Duplice omicidio a Ladispoli

un imprenditore spara all'avvocato, aveva perso una causa contro un lavoratore

il luogo della sparatoria, in viale Italia 110

Duplice omicidio a Ladispoli in uno studio legale del piano terra di viale Italia 110, comune del litorale romano, a circa 40 chilometri a nord della capitale.

Le vittime sono l'avvocato Francesco Terracciano 73 anni, e Paolo Salinieri, 42 anni, avvocato associato allo studio. Il ferito è il figlio di Terracciano, Marco, 33 anni: è stato lui a raccontare che intorno alle 17 un uomo è entrato e ha aperto il fuoco. In serata, l'omicida si è costituito alla polizia. E' un piccolo imprenditore originario di Reggio Calabria, , 67 anni, era andato dall'avvocato portando con sé la pistola.

Marco Terracciano è stato raggiunto da tre proiettili ed è stato trasferito in eliambulanza, in gravi condizioni, all'ospedale San Camillo. E' stato ferito a una gamba, a un fianco e al torace. Poco prima di essere portato via ha detto di aver riconosciuto la persona che ha sparato, della quale ha fornito la descrizione.

Il nome dell'imprenditore era scritto sull'agenda di Francesco Terracciano tra gli appuntamenti del pomeriggio. All'origine dell'omicidio ci sarebbe l'esasperazione dell'uomo, condannato a risarcire un dipendente che, difeso da Francesco Terracciano, aveva vinto una causa di lavoro. A quanto si è appreso, l'imprenditore voleva uccidere soltanto l'anziano legale. L'avvocato Salineri e il figlio di Terracciano si sarebbero trovati per caso nello studio e avrebbero tentato inutilmente di disarmarlo. L'assassino si è poi allontanato a piedi nel centro di Ladispoli.

IL RACCONTO DI UN CLIENTE DI TERRACCIANO

 
 

[23-04-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE