Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Falsi permessi per disabili

ben 1.000 multe in due mesi

E' un triste primato quello tra Roma e la regione Campania: è un testa a testa per il numero di permessi (fasulli) per disabili. A Roma, in soli due mesi, la municipale ha controllato circa tremila conducenti muniti del contrassegno arancione (quello con l’iconcina della sedia a rotelle). Risultato? Ben mille erano non in regola, 165 permessi ritirati e 22 denunce per uso improprio del permesso.

Per il comandante Carlo Buttarelli, veterano dei controlli, la situazione non è migliorata: "Avendo contatti con i colleghi di altre regioni ho potuto verificare che il fenomeno, malgrado gli accorgimenti dell’amministrazione, è purtroppo in aumento. A Roma come a Napoli o Caserta la diffusione di questi contrassegni è preoccupante". Quanto? "Non possiamo escludere che, dietro il consistente uso indebito del contrassegno per disabile come pure di quello per circolare nella ztl, possa esserci una vera e propria organizzazione dedita alla produzione e vendita illecita" risponde il comandante. Il quale sta indagando su una presunta "zecca" o fabbrica di contrassegni verosimili.

I contrassegni fasulli (o intestati ad estranei, oppure ancora a persone decedute) sono quasi un brand per le auto parcheggiate nel centro storico: via del Babuino, piazza di Spagna, piazza Augusto Imperatore e la zona attorno a via Nazionale.

Addirittura anche l'ex capo della municipale Catanzaro nel novembre del 2007 fu colto nel fatto, usava un permesso scaduto, fu colto sul fatto da uno scoop giornalistico e poi fu destituito da Veltroni.

 
 

[23-04-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE