Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Tutti gli uomini del Re

di Steven Zillian. Con Jude Law, Sean Penn, Kate Winslet

di Svevo Moltrasio 

Nella Louisiana del dopo guerra si staglia la figura del carismatico Willie Stark: da attivista con a cuore i diritti civili dei più poveri a governatore. Amato dal popolo ma odiato dai politici e dagli industriali, la sua sarà una carriera contraddittoria.

Lo sceneggiatore di SCHINDLER’S LIST, che ha alle spalle già due trascurabili pellicole da regista, riadatta per il cinema un romanzo di Robert Penn Warren già portato sul grande schermo in un film omonimo del ’49. L’ascesa e caduta di questo immaginario governatore della Louisiana sono raccontate tramite uno stile classico che abbraccia le vicende di numerosi personaggi, sui quali spicca un giovane cronista, interpretato da Jude Law, che è anche la voce narrante degli avvenimenti.

TUTTI GLI UOMINI DEL RE è il classico film che desta nello spettatore la sensazione di assistere ad importanti vicende, con tanto di musica pomposa e loschi omicidi, che poi in realtà non si riescono mai a mettere a fuoco. Zillian ci presenta decine di personaggi, ci immerge in numerose situazioni politiche e umane, si perde in inutili salti temporali e non sa scegliere un vero protagonista della storia. Quando dopo tre quarti di film sembra aver deciso, racconta uno spaccato privato, che ruota sul cronista narratore, freddo e troppo romanzato. Come tutto il film che si sviluppa tramite interminabili dialoghi carichi di ridondanze e frasi ad effetto, e che vedono nei comizi di Stark l’espressione più goffa.

Terrificante come sia messo in ridicolo un cast sontuoso che conta su di un Anthony Hopkins che appare più in fotografia che in scena, un Mark Ruffalo depresso e sempre al pianoforte che sembra chiedersi che ci stia a fare nel film, allo stesso modo di una spaesata Kate Winslet e di un insopportabilmente gigione Sean Penn - doppiato come se fossimo in un film comico -. Si salva, ma al minimo sindacale, solo Jude Law. Un vero disastro.

 

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[04-01-2007]

 
Lascia il tuo commento