Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Confessa l'uomo che ha ucciso per un parcheggio

ha 32 anni, lo ha saputo dalla tv

il momento dell'arresto "Sono stato io. Non volevo ucciderlo, mi sono difeso...". Massimiliano Ramoni detto «Er Calime­ro, 32 anni, sposato con un figlio, si è costituito per il delitto di Aldo Murgia, ucciso per un parcheggio in via Costantino, zona San Paolo. Alle spalle cinque arresti per droga e soggiorni in comunità. "Ha saputo di aver ucciso dal­la tv" ha detto il suo avvocato Lamberto Picconi.

Una vita difficile, contrasse­gnata da guai con la giusti­zia, carcere, comunità di recu­pero. Adesso su Massimilia­no Ramoni pende anche l’accusa di omicidio vo­lontario aggravato dai futili motivi. È lui l’automobilista che mercoledì sera ha accol­tellato e ucciso Aldo Murgia, impiegato delle Poste e bassi­sta per passione, morto po­che ore dopo il ricovero al­l’ospedale Cto. Un delitto av­venuto al culmine di una vio­lenta lite per un posto auto davanti a una pizzeria di via Costantino, alla Garbatella.

Proprio mentre nell’appartamento dell’omici­da in viale Cristoforo Colom­bo i carabinieri interrogava­no la moglie Tiziana per sape­re dove fosse il marito, Ramo­ni, detto «er calimero», si sta­va presentando in procura per costituirsi.

 

 
 

[17-04-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE