Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Frontelli

dna scagiona Florin Bajan

il ristorante Luna Piena, di cui era proprietario Mauro Frontelli

Un innocente torna in libertà e ancora una volta si tratta di un romeno. Florin Bajan, condannato in primo grado, a 30 anni di reclusione con l’accusa di omicidio, è stato assolto in appello, con formula piena, per non aver commesso il fatto.

A convincere della sua innocenza i giudici d’appello, i risultati degli esami del DNA predisposto sui reperti trovati sul luogo del delitto, sui quali non sono state riscontrate tracce biologiche dell’uomo, nè impronte digitali.

Bajan era stato condannato il 30 ottobre 2007, per l’omicidio di Mauro Frontelli, proprietario del ristorante “Luna piena” di Testaccio.

Il ristoratore fu trovato strangolato nella sua abitazione il 26 febbraio 2004, coperto da un lenzuolo verde e con in bocca una confezione di fazzoletti di carta. Gli investigatori pensarono subito ad un delitto a sfondo omosessuale e pochi giorni dopo arrestarono Daniel Diaconu, un altro romeno che, con rito abbreviato fu condannato a 16 anni di carcere. Fu proprio Diaconu, dopo aver confessato di aver ucciso per rapina, ad indicare Bajan come suo complice. Le cose però non stanno così e grazie alla nuova sentenza emessa Florin Bajan potrà trascorrere i suoi giorni da uomo libero.

[16-04-2009]

 
Lascia il tuo commento