Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Uomo ucciso per un parcheggio

si costituisce l'assassino, č un romano di 32 anni

Si è costituito l'uomo che ieri sera, in via Costantino, ha accoltellato e ucciso un 45 enne per  per una lite per un parcheggio.

Si tratta di un romano di 32 anni con precedenti penali per spaccio, i carabinieri erano già sulle sue tracce e nella nottata e avevano già individuato l'abitazione intorno alla ex Fiera di Roma.

Nell'appartamento, però, l'aggressore non c'era, si era appena andato a costituire in procura. Il pm Pierluigi Cipolla ha già emesso un decreto di fermo per omicidio volontario aggravato dai futili motivi.

"Il mio assistito è roso dai rimorsi, ha trascorso la notte nella sua abitazione e soltanto questa mattina ha saputo di aver ucciso". Ha detto l'avvocato Lamberto Picconi, difensore del 32 enne “La ricostruzione dei fatti diverge da  quella che ne hanno dato gli organi di stampa: il mio assistito sostiene di non aver cominciato lui la lite. Non ha inseguito nessuno –sostiene l’avvocato- ma tutto si è svolto nello spazio di sette, otto metri”.  

Aldo Murgia 45 anni, impiegato, ha trovato la morte sotto la sua abitazione, sono le 20 e 30 quando l’uomo cerca di parcheggiare davanti alla pizzeria al taglio che si trova a pochi metri dal suo portone. Ma qui  incrocia un altro padre di famiglia in auto anche lui con la moglie ed un figlio piccolo che vuole parcheggiare nello stesso posto che si e’ appena liberato per comprare la pizza.

Ne nasce un diverbio ma quando tutto sembra finito, l’uomo minaccia murgia e poi lo insegue per una ventina di metri fino al vicino pub. Qui estrare un coltello e si accanisce sull’altro automobilista colpendolo con tre fendenti al ventre.

Murgia si accascia su una panchina davanti al bar, qualche metro più in là. I pochi testimoni presenti chiamano il 118 ma l’uomo arriverà al Cto per spegnersi poco dopo. E Garbatella appare sotto choc.

 
 

[16-04-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE