Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Riaprono le scuole dopo il sisma

danni lievi, stanziati 15 milioni dalla Provincia

Primo giorno di scuola dopo il terremoto per 730 mila studenti del Lazio, la provincia di Roma insieme al comune non ha perso tempo e ha controllato durante le feste eventuali danni alle strutture causate dalle scosse, l’ultimo segnata alle 23.14 di ieri sera.

Gli studenti non troveranno nessun istituto pubblico chiuso quindi, solo in alcuni casi sono stati dichiarati inagibili palestre o interi piani di edifici ma senza che sia stato compromesso lo svolgimento delle lezioni.

Nella capitale e in provincia Vigili del fuoco si stanno adoperando per le ultime verifiche, nei primi giorni dopo la grande scossa di una settimana fa, i Vigili del fuoco avevano disposto la chiusura dell' istituto privato “Figlie della sacra Famiglia”, in viale della primavera: all'ingresso c'erano evidenti rischi di crolli.

Il Comune per interventi strutturali sugli edifici scolastici, nell' ultimo bilancio, ha stanziato 39 milioni di euro (24 di manutenzione e 15 di investimenti). Dalla provincia, invece, il presidente nicola zingaretti aveva messo in conto 100 milioni di euro nella manovra economica del 2009, a cui se ne sono aggiunti 15 da spendere nel 2009 per infissi, coperture e prevenzione incendi.

[14-04-2009]

 
Lascia il tuo commento