Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Il piano regolatore torna in vigore

lo stop era imposto dal Tar

Il Piano Regolatore Generale rientra in vigore, almeno fino ai primi di luglio; lo stop imposto il 18 marzo scorso dal Tar al Piano regolatore è stato sconfessato dal Consiglio di Stato.

La decisione dei giudici amministrativi di secondo grado è stata accolta con un sospiro di sollievo da Comune e Regione, che avevano fatto ricorso nella speranza di rimettere in vigore quanto varato poco più di un anno fa dalla giunta Veltroni.

Il vuoto normativo seguito alla sentenza del Tar infatti aveva messo in dubbio tutti i lavori e i progetti urbanistici già programmati, per questo la giunta Alemanno ha dovuto allearsi alla Regione e difendere il Prg, presentato dal sindaco Veltroni come un avvenimento storico , ma avversato dal centrodestra, allora all’opposizione.

Il ricorso, vincente, al Tar era stato presentato contro il vincolo che rendeva non edificabile una area a via del Fontanile Arenato: i giudici di primo grado avevano sancito che le modifiche,  decise dall’accordo di pianificazione tra Comune e Regione, introdotte a Piano approvato, avrebbero dovuto avere il via libera del Consiglio Comunale. Un principio che, almeno nell’opportunità, non è stato ritenuto sufficiente dal Consiglio di Stato per bloccare tutto. L’udienza  nel merito invece è stata fissata per il 7 luglio prossimo.   

 
 

[08-04-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE