Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Da sapere
 
» Prima Pagina
 
 

Mostra Beato Angelico

ai Musei Capitolini sino al 5 luglio

Il rinascimento italiano sarà protagonista ai Musei Capitolini sino al 5 luglio.  Si tratta di una grande rassegna pittorica per celebrare i 550 anni dalla scomparsa di Beato Angelico, il frate domenicano è stato tra i principali protagonisti del primo rinascimento italiano, con la sua vasta attività pittorica a Firenze, fino alla morte a Roma nel 1455.

"Questa mostra è un rientro di Beato Angelico a Roma, lui che ha tanto aveva lavorato in questa città -spiega Umberto Broccoli, soprintendente beni culturali di Roma- la sua pittura è da ammirare, ispirata alla preghiera e ai riferimenti alla cristianità".

Le sale dei musei capitolini ospiteranno una delle più grandi mostre mai dedicate a Beato Angelico, con opere esposte per la prima volta; dal “Trittico” alla “Pala di bosco ai frati” restaurati per l’occasione.

L’esposizione documenta la lunga attività di Fra’ Giovanni da Fiesole, dalla giovinezza fino all’ultima fase romana che è caratterizzata da tratti monumentali e classicheggianti.

 L’opera di Fra’ Giovanni da Fiesole, detto beato angelico, ha come oggetto principale la contemplazione di dio; si tratta di un percorso biografico organico alla chiesa e ai suoi valori, che sono elementi fondamentali della pittura del frate domenicano, dal tratto elegante e sobrio.

L’allestimento pittorico aprirà dalle 9 di domani mattina, l’ingresso è consetito dal martedì alla domenica dalle 9:00 fino alle 19:00; per ammirare le opere di Beato Angelico il biglietto costa dai 4 ai 6 euro.

[07-04-2009]

 
Lascia il tuo commento