Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Norme antisismiche

case costruite senza regole?

Il futuro di migliaia di persone sotto le macerie di quelle che sarebbero dovute essere costruzioni antisismiche e che invece hanno ceduto inesorabilmente.

La tragedia dell’Abruzzo porta nuovamente alla ribalta la discussione sull’applicazione delle norme antisismiche che approvate nel 2005, non sono state mai entrate in vigore.

Il cammino della legge per la costruzione e la messa in sicurezza degli edifici, inizia dopo il terremoto in Molise, quando l’allora presidente del Consiglio Berlusconi, con il decreto per le Infrastrutture, stabilisce nuovi parametri di garanzia.
Il decreto, dopo essere entrato in vigore nell’ottobre del 2005, inizia il lungo cammino della fase transitoria, prolungata dal governo Prodi, al dicembre 2007.

Dopo l’introduzione di alcune varianti nel gennaio 2008, la seconda proroga ne sposta l’attuazione a marzo dello scorso anno. L’ultimo rinvio, questa volta del governo Berlusconi, lo posticipa a giugno 2010. Nel frattempo si pensa di regolamentare il settore anche attraverso il piano casa.

Eppure con l’applicazione delle norme antisismiche, la Casa dello Studente di L’Aquila oggi non si sarebbe accartocciata su se stessa e l’ospedale garantirebbe ancora l’efficienza delle strutture. Invece si continua a costruire senza regole di sicurezza e, paradossalmente, monumenti secolari come il Colosseo e il Pantheon, diventano veri esempi di antisimicità.

 
 

[07-04-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE