Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Commissariato il Teatro dell'Opera

mancano troppi soldi, circa 8 milioni

Il teatro dell’Opera è stato commissariato. E a gestirlo sarà il Sindaco – e già presidente della fondazione del teatro – Gianni Alemanno.

Lo ha deciso il ministro dei beni culturali Sandro Bondi. All’appello mancano troppi soldi, circa 8 milioni di euro. Alcuni per il taglio del fondo unico dello spettacolo previsto nell’ultima finanziaria, altri per un buco netto di bilancio di 4-5 milioni di euro. Non solo. A spingere per il commissariamento anche la mancata approvazione da parte del consiglio di amministrazione del bilancio consuntivo 2008 e di quello previsionale 2009. Decade così da oggi tutto il cda, a cominciare dal sovrintendente Ernani e dal direttore artistico Sani.

Alemanno, nominato commissario per i prossimi tre mesi, ha detto di essere assolutamente contrario al taglio della stagione lirica per rimettere in equilibrio le spese e che il comune puo’ mettere a disposizione un milione di euro. Ma il resto lo dovrà mettere il Ministero. Il sottosegretario giro ha annunciato il  reintegro del Fondo per lo spettacolo, mentre il sindacato fial cisal ha annunciato il blocco dello spettacolo Pagliacci per la regia di Franco Zeffirelli. Preoccupa il destino dei 630 lavoratori stabili e, soprattutto, dei 150 precari.

[06-04-2009]

 
Lascia il tuo commento