Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Nel caos la spunta di nuovo Button

Corsa sospesa dopo 25 giri in Malesia. Buon quarto Trulli. Male ancora le Ferrari.

Semafori rossi. Tutte le auto ferme sulla griglia di partenza. I piloti perplessi, gli spettatori ancor di più (salvo poi giustamente di lì a poco spazientirsi). I giornalisti cercano disperatamente di avere notizie che la FIA non comunica. In una stanza al calduccio, mentre fuori cadono non millimetri ma centimetri di pioggia, un malese e un tanzanese, che provengono da Paesi di chiara e lucente fama motoristica, ingannano il tempo prima di annunciare con quaranta minuti di ritardo l'unica decisione logica: il GP di Malesia è terminato al 32esimo giro (ma per la classifica si fa riferimento al 30esimo), quindi vittoria a Button e punteggi dimezzati per tutti. Un'altra figuraccia della Federazione ha chiuso male una gara che invece fino a poco prima aveva offerto grandi battaglie e grande spettacolo, prima che l'annunciato temporalone costringesse alla resa. E si ringrazia Ecclestone per aver imposto l'orario di partenza delle 17 locali.

Su un circuito vero come Sepang, si è notato in ogni caso che i valori delle forze in pista, rispetto all'Australia, non sono poi mutati molto. A far la parte del leone sempre la Brawn Gp, che stavolta ha dovuto guardarsi soprattutto da una arrembante Toyota e dalla Williams di Rosberg che finché si è corso sull'asciutto, aveva dimostrato di essere forse la più veloce. Sarà un caso, ma si parla di tutti team sotto inchiesta per il diffusore. Alla fine comunque, sul podio sono saliti oltre a Button (seconda affermazione consecutiva e leadership del Mondiale consolidata), Heidfeld, che ha pescato il jolly di stagione ed è stato fortunato nella lotteria dei cambi gomme e un bravo Glock, che ha preceduto il nostro Trulli, che rischia di essere la vera speranza italiana per il titolo piloti, salvo rivoluzioni post 14 aprile, data in cui si riunirà il Consiglio della Fia per esaminare i ricorsi di Ferrari, Red Bull e Renault, a cui nelle ultime ore si è aggiunto anche quello della Bmw. La Rossa infatti, ancora una volta è rimasta fuori dalla zona punti. Un incolore Massa è giunto nono, mentre Raikkonen è stato penalizzato da una scelta strategica sbagliata dei box (sta diventanto una costante preoccupante) e infine abbattuto da un problema al Kers. Zero punti dopo due corse, non accadeva da 17 anni. Hamilton, travolto dalle polemiche, si  è accontentato invece di muovere la classifica con un punticino. Il rischio per i grandi rivali dell'anno passato è di finire con "szero tituli", come direbbe Mourinho.

Classifica Mondiale Piloti

1) Button 15 p.

2) Barrichello 10 p.

3) Trulli    8,5 p.

Giu.Cil.

[05-04-2009]

 
Lascia il tuo commento