Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Due mesi senza sfratti

mancano gli agenti, proroga forzata

Niente sfratti, almeno fino alle elezioni europee. Perchè tra festività pasquali, impegni per il G8 e voto le forze dell’ordine saranno impegnate in altro e non potranno accompagnare, com’è d’obbligo, gli ufficiali giudiziari che bussano alle porte dei disgraziati sotto sfratto.

Che solo a Roma stime prudenziali contano in tremila nell’immediato. Dunque, in questo lasso di tempo, la politica dovrà impegnarsi per una legge di proroga del blocco.

A livello locale per spingere quella nazionale. Gianni Alemanno e Piero Marrazzo si impegnano subito in tal senso. "Solleciterò i gruppi parlamentari e il governo", promette il sindaco. "Assumerò gli atti necessari nei confronti della rappresentanza parlamentare del centrosinistra per una legge di proroga, evidentemente a termine", assicura il presidente della Regione.

Tutti sono coscienti che la “bomba sociale” è alle porte perchè sta per finire anche la tutela di 9 anni per gli inquilini delle case degli enti e lì in numeri esatti ancora non si conoscono. "Non siamo più solo di fronte al turnover degli sfratti", paventa Alemanno al termine della riunione interistituzionale convocata in Prefettura. Il prefetto Giuseppe Pecoraro parla poco, pacato, sottolinea più volte questa fortuita "coincidenza di eventi" che sottrae le forze di polizia alla normale amministrazione. La “sua” proroga l’ha concessa sul campo, ora tocca alla politica.

 

[03-04-2009]

 
Lascia il tuo commento