Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Operazione ''mattone pulito''

denunciati 6 imprenditori romani

 Si è conclusa questa mattina l’operazione “mattone pulito” della guardia di Finanza contro l’abusivismo edilizio.

Sono state sequestrate in via preventiva ben 421 unità immobiliari nella zona di Pomezia, 16 imprenditori sono stati denunciati per abusi edilizi e sei tra funzionari e dirigenti del comune di Pomezia sono indagati per abuso d’ufficio.

 Un’indagine partita nel gennaio del 2008 nei confronti di una società costruttrice che nel 2005 aveva ottenuto concessioni edilizie per la realizzazione di un fabbricato con destinazione “a servizi” e che invece ha poi realizzato abitazioni da vendere a prezzo di mercato.

 "I costruttori avevano ottenuto in realtà delle costruzioni edificate con destinazione a servizi' e hanno realizzato appartamenti che poi vendevano a privati cittadini -spiega il capitano del Comando della Guardia di Finanza di Pomezia Augusto Dell'Aquila- Ovviamente tutto questo avveniva senza che i costruttori dichiarassero nei redditi i proventi delle vendite. Si è proceduto quindi alla denuncia dei costruttori, tutti romani, per le normative in tema di edilizia, mentre sono indagati i funzionari comunali che hanno consentito questo illecito".

 Dalla zona di via naro a via dei Castelli Romani, dalla via Pontina Vecchia a via Pordenone, fino al grande fabbricato verde sulla via Laurentina al chilometro 23. Un totale di 421 appartamenti sequestrati –eccetto per quelli gia’ abitati - per un valore di 90 milioni di euro, la finanza ha accertato anche irregolarita’ nelle concessioni edilizie.

[01-04-2009]

 
Lascia il tuo commento