Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trasporti: fusione Trambus, Metro e Atac

il consiglio comunale approva il cambiamento

Sarà l’Atac l’unica società di gestione del traposto pubblico cittadino. La discussione in aula Giulio Cesare della delibera che prevede la fusione con le altre due municipalizzate, trambus e metro. 

Una mini rivoluzione, già messa in agenda da parte della precedentegiunta, che, secondo l’assessore alla mobilità Marchi, porterà a un taglio del 30% dei costi di amministrazione.

"Il cambiamento punta a snellire e ad efficientare un comparto, quello del Tpl, che impiega circa 15mila dipendenti, offre un servizio a 1,4 miliardi di passeggeri l'anno e gestisce 2.283 chilometri di linee". Un servizio che "fino ad oggi e' stato caratterizzato da forti criticita' di carattere organizzativo, dovute all'assenza di unitarieta' nella gestione degli asset e degli investimenti di tre diverse societa' di gestione del Tpl (Metro, Trambus e Atac)". In un sistema cosi' complesso, "inevitabilmente si allunga la filiera del comando, si produce scarsa efficienza, si allungano i tempi di intervento, ci sono costi elevati, si accumula debito". Il risultato, secondo Marchi, e' un comparto "che costa troppo e non da' risposte adeguate in fatto di mobilita'".

Tra le novità previste dalla nuova società potrebbe esserci l’introduzione dei tornelli sui mezzi di trasporto, per combattere l’evasione dei biglietti. Esclusi, invece, dall’assessore Marchi aumenti delle tariffe e tagli al personale per tutto il 2009.

Un piano di riordino orgnizzativo e societario, che vede il favore anche dell’opposizione. Previsti un unico consiglio di amministrazione ristretto, la realizzazione di una società ad hoc “roma servizi per la mobilità” per i piani di sviluppo, e la dismissione dei rami di azienda non strategici. 

Un’operazione complessa sulla quale il pd chiede la massima trasparenza, dopo che nei giorni avevas ottenuto di scorporare la discussione da quella di bilancio.

[31-03-2009]

 
Lascia il tuo commento