Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rissa di via del Gazometro

il movente: lite scoppiata per una donna

Nel quartiere Ostiense nessuno vuol parlare della rissa dove è stato ucciso un uomo e tre persone sono rimaste ferite. Una lite finita a coltellate che sta portando le indagini della polizia verso l’ipotesi della lite scoppiata per una donna, sarebbe una cubista, la fidanzata di un ragazzo coinvolto nella rissa.

Forse un apprezzamento o una parola di troppo, e in dieci, tra sabato e domenica notte, si affrono in via del Gazometro; una lite iniziata davanti alla nota discoteca romana Alpheus e finita di fronte al bar “gran Caffé Imperiale”.

Gli investigatori della mobile hanno ascoltato numerose testimonianza comprese quelle dei feriti. La rissa mortale sarebbe una conseguenza di un litigio scoppiato all'interno del locale per uno sguardo di troppo ad una ragazza. 

A terra resta un uomo, ferito in modo grave e colpito più volte, quando è gia’ a terra infieriscono su di lui ancora col coltello. L’ambulanza del 118 lo trasporta al san camillo dove arriva gia’ morto, si chiamava Gianfranco Bonavita, di 31 anni.

Altri tre feriti arriveranno poco dopo, uno di loro, detto “er tapparella”, un uomo di 36 anni noto nel quartiere di Testaccio è grave. Lustri è in prognosi riservata così come gli altri due feriti, Vincenzo Picchianotti di 43 e Cesare Santocarlo di 32 anni, piantonati 24 ore su 24 in ospedale per rissa aggravata.

Alcuni partecipanti della lite sono stati visti scappare a borda di una grossa jeep nera, la polizia è ora sulle loro tracce. Tra gli abitanti della zona monta la rabbia per quello che e’ successo in un’area, quella di testaccio, dove ci sono decine di discoteche e che ogni week end si popola dei giovani della notte.

"ER TAPPARELLA" a "IL SENSO DELLA VITA"

 
 

[30-03-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE